Linee Guida RNDT 2.0

Art. 59 c. 5 D.Lgs. n. 82/2005 e s.m.i.

AgID Linee Guida

Questa versione:
https://agid.github.io/geodocs/rndt-lg/2.0/
Ultima versione pubblicata:
https://agid.github.io/geodocs/rndt-lg/2.0/
Versione precedente:
https://agid.github.io/geodocs/rndt-lg/2.0-draft/
Precedenti Linee Guida:
https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2012/02/27/12A01801/sg
Editore:
Agenzia per l'Italia Digitale
Partecipa:
GitHub AgID/geodocs
File a bug
Commit history
Pull requests
Tipologia Linee Guida:
Regole tecniche

Si prega di verificare gli errata corrige per eventuali refusi e questioni segnalati dopo la pubblicazione.

Questo documento è disponibile anche in questo formato: PDF


Linee Guida recanti regole tecniche per la definizione e l’aggiornamento del contenuto del Repertorio Nazionale dei Dati Territoriali

Versioni delle regole tecniche

Versione Data Atto URL
1.0 10/11/2011 DECRETO 10 novembre 2011 - Regole tecniche per la definizione del contenuto del Repertorio nazionale dei dati territoriali, nonché delle modalità di prima costituzione e di aggiornamento dello stesso (Gazzetta Ufficiale n. 48 del 27/02/2012 - Supplemento ordinario n. 37) Link GU

Sintesi delle modifiche

Di seguito sono riportate le modifiche introdotte nel presente documento rispetto alla versione precedente delle regole tecniche rappresentata dal decreto 10/11/2011.

Gruppo di lavoro

La redazione del documento è stata curata dalla Sezione Tecnica 2 - Metadati istituita nell’ambito della Consulta Nazionale per l’Informazione Territoriale ed Ambientale ai sensi dell’art. 3 del DPCM 12 gennaio 2016 recante “Modalità di funzionamento della Consulta nazionale per l’informazione territoriale ed ambientale, ai sensi dell’articolo 11, comma 5, del decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 32” (G.U. n. 72 – Serie generale del 26 marzo 2016).

Tale Sezione Tecnica, coordinata da AgID, è composta dai rappresentanti dei seguenti Enti:

Stato di questo documento

Questa sezione descrive lo stato di questo documento al momento della sua pubblicazione.

Questa è la versione finale delle Linee Guida RNDT 2.0 in attesa del completamento dell'iter di adozione di cui all'art. 71 del CAD, dopo la consultazione pubblica effettuata dal 6 Aprile al 9 Maggio 2021.

Le Linee Guida sono un documento di specifica che, dopo aver seguito l’iter di cui all’art. 71 del CAD, è adottato con determinazione del DG di AgID, diventando efficace il giorno successivo a quello dopo la loro pubblicazione sul sito di AgID. Di tale pubblicazione ne è data notizia nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

L’adozione e la pubblicazione di questo documento come Linea Guida sono regolate dall’art. 71 del CAD e dal Regolamento per l’adozione di Linee Guida per l’attuazione del Codice dell’Amministrazione Digitale.

Prefazione

L’art. 59 del Codice dell’Amministrazione Digitale (decreto legislativo n. 82 del 2005) ha istituito, presso l’Agenzia per l’Italia Digitale (AgID), il Repertorio Nazionale dei Dati Territoriali al fine di agevolare la pubblicità dei dati di interesse generale, disponibili presso le pubbliche amministrazioni a livello nazionale, regionale e locale.

L’articolo demanda ad uno specifico atto la definizione e l’adozione delle regole tecniche per la definizione e l’aggiornamento del contenuto del Repertorio.

Prima delle modifiche apportate al CAD dal decreto legislativo n. 217/2017, tale atto è stato adottato con il decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 10 novembre 2011, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 48 del 27/02/2012 - Supplemento ordinario n. 37.

Le presenti linee guida rappresentano l’attuazione della previsione normativa dell’art. 59 nella nuova versione del CAD attualmente in vigore.

Esse vengono emesse ai sensi dell’articolo 71 del CAD e della Determinazione AgID n. 160 del 2018 recante «Regolamento per l’adozione di linee guida per l’attuazione del Codice dell’Amministrazione Digitale».

Ai sensi del citato art. 71, esse divengono efficaci il giorno successivo a quello dopo la loro pubblicazione sul sito istituzionale di AgID e di essa ne è data notizia nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

Con l’entrata in vigore delle presenti linee guida, sono abrogate le regole tecniche sul Repertorio adottate con il citato decreto 10/11/2011.

Le presenti linee guida, compreso l’elenco dei dati di interesse generale di cui all’allegato A, possono essere aggiornate periodicamente secondo le modalità di cui all’art. 5 del Regolamento per l’adozione di Linee Guida per l’attuazione del Codice dell’Amministrazione Digitale.

Introduzione

Il Repertorio Nazionale dei Dati Territoriali (RNDT) è stato istituito con l'articolo 59 del Codice dell'Amministrazione Digitale ed è stato individuato, dal successivo articolo 60, come base di dati di interesse nazionale.

Esso rappresenta lo strumento per agevolare la conoscenza, l’accesso e l’utilizzo del patrimonio pubblico rappresentato dai dati territoriali disponibili presso le pubbliche amministrazioni italiane.

Perché questo processo di conoscibilità e disponibilità dei dati sia possibile, le amministrazioni sono chiamate a descrivere le risorse geografiche, di cui sono titolari, attraverso i metadati e a rendere disponibili i dati attraverso i servizi contemplati dalle regole di implementazione della direttiva [INSPIRE-DIR].

A tale scopo, con il decreto 10 novembre 2011, è stato definito il profilo nazionale dei metadati necessari per descrivere, nel Repertorio, dati e servizi geografici in modo condiviso e interoperabile. Detto profilo è basato sulle regole definite nell’ambito del framework europeo rappresentato da INSPIRE e sui pertinenti standard internazionali.

Il presente documento rappresenta la revisione del profilo suddetto resasi necessaria sia per recepire le modifiche introdotte nel frattempo nell’ambito di INSPIRE sia per tenere conto delle evidenze applicative delle regole tecniche di cui al citato decreto da parte delle amministrazioni e, quindi, apportare i miglioramenti e le integrazioni necessari per facilitare ulteriormente il processo di alimentazione del Repertorio.

1. Ambito di applicazione

Le presenti Linee Guida stabiliscono le regole tecniche per la definizione e l’aggiornamento del contenuto del Repertorio nazionale dei dati territoriali, in ottemperanza al comma 5 art. 59 del [CAD]. Esse definiscono, inoltre, le modalità operative di accesso, comunicazione e popolamento del Repertorio da parte delle Pubbliche Amministrazioni, in coerenza con la direttiva 2007/2/CE [INSPIRE-DIR] e relativa norma di recepimento ([D-LGS-32-2010]), e con il Regolamento (CE) n. 1205/2008 della Commissione Europea del 3 dicembre 2008 e s.m.i. [INSPIRE-MD-REG].

Il contenuto del Repertorio è rappresentato dai metadati di dati e servizi territoriali che DEVONO essere forniti al Repertorio secondo quanto indicato nel Capitolo 4.

POSSONO essere definite estensioni ai set di metadati indicati nel presente documento assicurando però il rispetto delle regole di cui all’Allegato C dello Standard [ISO-19115].

I metadati DEVONO essere applicati alle seguenti classi di informazioni territoriali:

La scelta della modulazione dei dati territoriali nei livelli gerarchici indicati è lasciata alla singola Amministrazione.

La figura seguente, tratta da [ISO-19115], illustra il diagramma UML che rappresenta le classi di dati territoriali a cui possono essere applicati i metadati.

ISO MD application
Figure 1 Classi di applicazione dei metadati per i dati territoriali

Relativamente ai servizi, in ambito INSPIRE sono individuate le seguenti tipologie di servizi di dati territoriali:

Nella figura che segue, tratta dalla Guida tecnica per i servizi di dati territoriali [INSPIRE-SDS], sono rappresentate le diverse tipologie e categorie di servizi.

INSPIRE services
Figure 2 Tipologie e categorie di servizi nel contesto INSPIRE

Maggiori approfondimenti su detti servizi sono rinvenibili nella guida tecnica [INSPIRE-SDS] citata innanzi.

2. Terminologia

2.1 Note di lettura del documento

Conformemente alle norme ISO/IEC Directives, Part 3 per la stesura dei documenti tecnici le presenti Linee Guida utilizzeranno le parole chiave «DEVE», «DEVONO», «NON DEVE», «NON DEVONO», « È RICHIESTO», «DOVREBBE», «NON DOVREBBE», « È RACCOMANDATO», «NON È RACCOMANDATO» « PUÒ» e « È OPZIONALE», la cui interpretazione è descritta di seguito.

2.2 Termini e definizioni

Ai fini del presente documento, oltre alle definizioni pertinenti di cui all’art. 1 del [CAD], si applicano le seguenti definizioni:

amministrazione titolare dei dati: la pubblica amministrazione, di cui all’articolo 1, comma 2, del decreto legislativo n. 165 del 2001, che produce e detiene il dato originale, ovvero la versione di riferimento da cui derivano eventuali copie e che ne può disporre liberamente;

classe: insieme di oggetti simili dotati di proprietà comuni;

dataset: collezione identificabile di dati;

dati territoriali di interesse generale: i dati territoriali individuati come dati di interesse generale per le finalità di pubblicazione nel Repertorio, previste dell’articolo 59, comma 3, del [CAD] e riportati nell’allegato A, che costituisce parte integrante del presente documento;

direttiva INSPIRE: la direttiva 2007/2/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 14 marzo 2007 [INSPIRE-DIR], che istituisce un’infrastruttura per l’informazione territoriale nella Comunità europea, recepita in Italia con il decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 32 [D-LGS-32-2010];

dizionario dei dati: enumerazione informale in linguaggio corrente delle descrizioni degli oggetti;

elenco di codici: elenco non bloccato di valori. Può essere considerata una enumerazione flessibile;

enumerazione: elenco bloccato di valori;

metadati: informazioni che descrivono i dati territoriali e i servizi ad essi relativi e che consentono di registrare, ricercare e utilizzare tali dati e servizi;

Repertorio: il Repertorio nazionale dei dati territoriali istituito presso l’Agenzia per l’Italia Digitale, ai sensi dell’articolo 59, comma 3, del [CAD], raggiungibile al dominio https://geodati.gov.it;

schema: descrizione di un modello attraverso un linguaggio formale;

schema XML: modalità per definire la struttura, il contenuto e la semantica dei documenti XML [ISO-19139];

serie di dataset: collezione di dataset che condividono le stesse specifiche di prodotto;

servizi di ricerca: servizi che consentono di cercare i set di dati territoriali e i servizi ad essi relativi in base al contenuto dei metadati corrispondenti e di visualizzare il contenuto dei metadati;

servizi relativi ai dati territoriali: le operazioni che possono essere eseguite, con un’applicazione informatica, sui dati territoriali o sui metadati connessi;

servizi di dati territoriali armonizzati: servizi di dati territoriali interoperabili che soddisfano le prescrizioni di cui all’allegato VII del Regolamento [INSPIRE-SDSS-REG] [Regolamento (UE) n. 1312/2014];

servizi di dati territoriali invocabili: servizi di dati territoriali: a) i cui metadati soddisfano le prescrizioni del Regolamento [INSPIRE-MD-REG]; b) di cui almeno un localizzatore della risorsa è un punto di accesso; c) che siano conformi ad un insieme di specifiche tecniche documentate e accessibili al pubblico che forniscono le informazioni necessarie per la sua esecuzione [Regolamento (UE) n. 1312/2014];

servizi di dati territoriali interoperabili: servizi di dati territoriali richiamabili che soddisfano le prescrizioni di cui all’allegato VI del Regolamento [INSPIRE-SDSS-REG] [Regolamento (UE) n. 1312/2014].

2.3 Acronimi

AgID Agenzia per l’Italia Digitale

CAD Codice Amministrazione Digitale, D. Lgs. 7 marzo 2005, n. 82

IPA Indice dei domicili digitali delle pubbliche amministrazioni e dei gestori di pubblici servizi

PA Pubblica Amministrazione

UML Unified Modeling Language

URI Uniform Resource Identifier

XML Extensible Markup Language

3. Principi generali

3.1 Funzioni del Repertorio

Il Repertorio di cui all’articolo 59, comma 3, del [CAD], costituisce il catalogo nazionale dei metadati riguardanti i dati territoriali ed i servizi ad essi relativi, disponibili presso le pubbliche amministrazioni.

Il Repertorio eroga i servizi di ricerca di cui all’articolo 7, comma 1, lettera a) del [D-LGS-32-2010], e rappresenta il punto di accesso nazionale ai fini dell’alimentazione del geoportale di cui all’art. 15, comma 1 della direttiva INSPIRE.

I metadati resi disponibili attraverso il servizio di ricerca erogato dal Repertorio costituiscono la base informativa per il calcolo degli indicatori per il monitoraggio di cui alla Decisione [INSPIRE-MR-DEC].

Il Repertorio costituisce parte integrante dell’infrastruttura nazionale per l’informazione territoriale e del monitoraggio ambientale di cui all’articolo 3, comma 1, del [D-LGS-32-2010], relativamente alla raccolta dei metadati per i dati territoriali ed i relativi servizi.

3.2 Contenuto del Repertorio

Il Repertorio contiene i metadati dei dati territoriali di interesse generale elencati nell’allegato A e dei relativi servizi.

Il Repertorio contiene altresì i metadati relativi ai dati e servizi territoriali che l’amministrazione titolare degli stessi reputi opportuno documentare.

3.3 Efficacia della pubblicazione nel Repertorio

La pubblicazione dei metadati nel Repertorio certifica l’esistenza del relativo dato e assicura il rispetto degli adempimenti e la conformità alla direttiva INSPIRE, ai Regolamenti [INSPIRE-MD-REG] e [INSPIRE-SDSS-REG], relativamente ai metadati per l’interoperabilità (ex art. 13) e ai metadati per i servizi di dati territoriali di cui agli allegati V, VI e VII, della Commissione e al [D-LGS-32-2010].

L’amministrazione titolare dei dati territoriali resta responsabile della correttezza, della tenuta, della gestione e dell’aggiornamento dei dati medesimi. È altresì responsabile della correttezza e dell’aggiornamento dei relativi metadati pubblicati nel Repertorio.

3.4 Creazione e aggiornamento dei metadati

Le amministrazioni DEVONO alimentare e aggiornare il Repertorio in conformità alle specifiche tecniche definite con questo documento di linee guida.

Entro tre mesi dall’acquisizione di nuovi dati territoriali di interesse generale o dall’aggiornamento di dati esistenti, e servizi ad essi relativi, le amministrazioni titolari DEVONO provvedere alla pubblicazione dei relativi metadati nel Repertorio.

Le amministrazioni POSSONO, altresì, inserire nel Repertorio i metadati relativi ai dati territoriali ed eventuali servizi che intendono acquisire e sviluppare e, quindi, non ancora disponibili.

Previa comunicazione all’Agenzia per l’Italia Digitale e ferma restando la responsabilità diretta dell’amministrazione titolare, per tutte le attività di alimentazione e aggiornamento del Repertorio, le amministrazioni titolari dei dati, e dei relativi servizi, POSSONO avvalersi di altra pubblica amministrazione ovvero di altro soggetto individuato ai sensi della normativa vigente.

3.5 Gestione del Repertorio

L’Agenzia per l’Italia Digitale cura la progettazione, la realizzazione, lo sviluppo e la gestione organizzativa e tecnologica del Repertorio nell’ambito delle infrastrutture condivise nazionali SPC.

Il servizio di ricerca erogato dal Repertorio è conforme ai requisiti e alle caratteristiche specifiche di cui all’allegato II del Regolamento [INSPIRE-NS-REG].

Per tutte le attività di realizzazione e gestione del Repertorio, AgID può avvalersi di soggetti terzi.

Agli oneri finanziari per la gestione del Repertorio si provvede ai sensi dell’articolo 59, comma 7, del [CAD].

3.6 Accesso al Repertorio

L’accesso al Repertorio per la consultazione dei metadati è pubblico e gratuito.

Ai fini dell’alimentazione del Repertorio, l’accesso all’area dedicata alla gestione dei metadati è riservato alle amministrazioni titolari di dati e servizi previo accreditamento da effettuarsi secondo le modalità descritte nel Capitolo 4.

3.7 Pianificazione

I metadati contenuti nel Repertorio costituiscono la base informativa attraverso la quale le amministrazioni possono verificare l’eventuale esistenza di esigenze comuni o analoghe e pianificare l’attività di acquisizione dei dati in maniera congiunta, con l’obiettivo di minimizzare i costi sostenuti dalle singole Amministrazioni, informandone AgID.

3.8 Coordinamento con il portale nazionale dei dati aperti

Anche nel caso di dati territoriali di tipo aperto, i relativi metadati DEVONO essere documentati esclusivamente nel Repertorio secondo le regole definite nelle presenti linee guida.

Il Repertorio garantisce l’accesso ai dati territoriali di tipo aperto rendendo disponibile i relativi metadati, secondo gli standard di riferimento, anche nel portale nazionale dei dati aperti di cui all’art. 9 del decreto legislativo n. 36 del 2006 come modificato dal decreto legislativo 8 maggio 2015, n. 102.

AgID adotta pertinenti guide operative per disciplinare le modalità per il coordinamento e l’integrazione dei due cataloghi.

3.9 Guide operative

Per l’attuazione di quanto indicato nelle presenti linee guida, AgID adotta guide operative per fornire alle amministrazioni indicazioni e istruzioni dettagliate per l’implementazione delle regole tecniche contenute in questo documento di linee guida.

Dette guide operative sono pubblicate sul sito istituzionale del Repertorio.

4. Requisiti

4.1 Contenuto del Repertorio

Ai fini del presente documento, sono individuati:

4.1.1 Metadati per i dati territoriali

In questo paragrafo sono definiti i metadati che DEVONO essere utilizzati per descrivere i dati territoriali nel Repertorio. Tali metadati sono coerenti con quanto disposto dai Regolamenti [INSPIRE-MD-REG] e [INSPIRE-SDSS-REG].

Nel “Dizionario dei metadati relativi ai dati territoriali” (paragrafo 4.2.2), per ogni metadato, è specificata la definizione, il corrispondente elemento ISO, il tipo, il dominio, il livello di obbligatorietà e la molteplicità.

Al paragrafo 4.1.1.1 sono individuati i metadati che DEVONO essere applicati a tutte le tipologie di dati territoriali.

Al paragrafo 4.1.1.2 sono individuati i metadati supplementari opzionali che le amministrazioni POSSONO utilizzare per alcune specifiche categorie tematiche.

4.1.1.1 Metadati comuni a tutte le tipologie di dati territoriali
Informazioni sui metadati
1 Identificatore del file
2 Lingua dei metadati
3 Set dei caratteri dei metadati
4 Id file precedente
5 Livello gerarchico
6 Responsabile dei metadati 6.1 - Nome dell’Ente
6.2 – Ruolo
6.3 - Informazioni per contattare l’Ente 6.3.1 - Sito web
6.3.2 - Telefono
6.3.3 - E-mail
7 Data dei metadati
8 Nome dello Standard
9 Versione dello Standard
Identificazione dei dati
10 Titolo
11 Data 11.1 – Data
11.2 - Tipo data
12 Formato di presentazione
13 Responsabile 13.1 - Nome dell’Ente
13.2 – Ruolo
13.3 - Informazioni per contattare l’Ente 13.3.1 - Sito web
13.3.2 - Telefono
13.3.3 - E-mail
14 Identificatore
15 Id livello superiore
16 Altri dettagli
17 Descrizione
18 Parole chiave 18.1 - Parola chiave
18.2 – Thesaurus
19 Punto di contatto 19.1 - Nome dell’Ente
19.2 – Ruolo

19.3 - Informazioni per contattare l’Ente 19.3.1 - Sito web
19.3.2 - Telefono
19.3.3 - E-mail
20 Tipo di rappresentazione spaziale
21 Risoluzione spaziale 21.1 - Scala equivalente
21.2 – Distanza
22 Lingua
23 Set di caratteri
24 Categoria tematica
25 Informazioni supplementari
Vincoli sui dati
26 Limitazione d’uso
27 Vincoli di accesso
28 Vincoli di fruibilità
29 Altri vincoli
Estensione dei dati
30 Localizzazione geografica 30.1 - Longitudine Ovest
30.2 - Longitudine Est
30.3 - Latitudine Sud
30.4 - Latitudine Nord
31 Estensione verticale 31.1 - Quota minima
31.2 - Quota massima
31.3 - Unità di misura
31.4 - Datum verticale
32 Estensione temporale 32.1 - Data inizio
32.2 - Data fine
Qualità dei dati
33 Livello di qualità
34 Accuratezza posizionale 34.1 - Unità di misura
34.2 – Valore
35 Coerenza topologica 35.1 - Unità di misura
35.2 – Valore
36 Genealogia
37 Conformità: specifiche 37.1 – Titolo
37.2 – Data
37.3 - Tipo data
38 Conformità: grado
Sistema di riferimento
39 Sistema di riferimento spaziale
40 Sistema di riferimento temporale
Distribuzione dei dati
41 Formato di distribuzione 41.1 - Nome formato
41.2 - Versione formato
42 Distributore 42.1 - Nome dell’ente
42.2 – Ruolo
42.3 - Informazioni per contattare l’Ente 42.3.1 - Sito web
42.3.2 - Telefono
42.3.3 - E-mail
43 Risorsa on line 43.1 – URL
43.2 – Protocollo
43.3 – Profilo applicativo
43.4 – Nome
43.5 – Descrizione
43.6 – Funzione
Gestione dei dati
44 Frequenza di aggiornamento
4.1.1.2 Metadati supplementari per specifiche categorie tematiche

La sezione 8.3 delle specifiche INSPIRE sui dati (INSPIRE data specifications) raccomanda di utilizzare alcuni metadati supplementari specifici per alcune categorie tematiche di dati.

Una panoramica di tali metadati, con l’indicazione dei temi per i quali ne è raccomandato l’uso, è fornita nelle tabelle riportate alle pagg. 133 e 135 delle linee guida [INSPIRE-MD] a cui si rimanda.

Ai fini delle presenti linee guida, alcuni dei suddetti metadati sono inclusi nei metadati comuni a tutte le tipologie di dati di cui al paragrafo 4.1.1.1. Si tratta, in particolare, dei seguenti elementi:

  • Frequenza di aggiornamento;
  • Informazioni supplementari;
  • Estensione;
  • Accuratezza posizionale.

Per i metadati non contemplati nelle presenti linee guida e inclusi nell’elenco INSPIRE dei metadati supplementari, si lascia alle singole Amministrazioni la facoltà di documentarli, seguendo le indicazioni delle linee guida [INSPIRE-MD].

Per le immagini (foto aeree, ortofoto, immagini da telerilevamento, ecc.) e i modelli digitali del terreno (DTM, DEM, ecc.), oltre all’insieme minimo di metadati, si POSSONO documentare gli elementi di metadati riportati nelle tabelle seguenti.

Lo Standard ISO individua due grandi gruppi per le immagini e i dati raster in generale: i dati “georeferenziabili” per i quali è utile conoscere i punti di controllo e altri parametri allo scopo di processarli per essere georettificati, e i dati georettificati. I metadati comuni ad ambedue le categorie (che quindi vanno documentati sempre in caso di dati raster) sono riportati nella tabella "Metadati per i dati raster", nella quale i metadati relativi al contenuto si riferiscono specificatamente alle ortofoto; i metadati relativi ai dati raster georettificati sono riportati nella tabella "Metadati per i dati raster georettificati", quelli per i dati raster georeferenziabili sono riportati nella tabella "Metadati per i dati raster 'georeferenziabili'".

Riepilogando, per la documentazione di immagini e DTM, POSSONO essere utilizzati i metadati riportati in tabella "Metadati per i dati raster" (i primi quattro si riferiscono alle ortofoto) e, a seconda se si tratta di dati georettificati o georeferenziabili, rispettivamente, i metadati delle tabelle "Metadati per i dati raster georettificati" o "Metadati per i dati raster 'georeferenziabili'".

Metadati per i dati raster
Contenuto dei dati raster
1 Descrizione degli attributi
2 Tipo di contenuto
3 Risoluzione radiometrica
4 Triangolazione aerea
Rrappresentazione spaziale dei dati raster
5 Numero di dimensioni
6 Proprietà dimensioni 6.1 - Nome dimensione
6.2 - Misura dimensione
6.3 - Risoluzione
7 Geometria della cella
8 Disponibilità coefficienti della trasformazione
Metadati per i dati raster georettificati
Rappresentazione spaziale dei dati raster georettificati
1 Disponibilità dei check-points
2 Descrizione check-points
3 Coordinate dei vertici
4 Punto del pixel
Metadati per i dati raster "georeferenziabili"
Rappresentazione spaziale dei dati raster “georeferenziabili”
1 Disponibilità dei punti di controllo
2 Disponibilità dei parametri di orientamento
3 Parametri per la georefernziazione

4.1.2 Metadati per i servizi territoriali

In questo paragrafo sono definiti i metadati da utilizzare per descrivere i servizi nel Repertorio.

Nel “Dizionario dei metadati relativi ai servizi” (paragrafo 4.2.4), per ogni metadato, è specificata la definizione, il corrispondente elemento ISO, il tipo, il dominio, il livello di obbligatorietà e la molteplicità.

Al paragrafo 4.1.2.1 sono individuati i metadati che DEVONO essere applicati a tutte le tipologie di servizi di dati territoriali.

Al paragrafo 4.1.2.2 sono individuati i metadati supplementari per le categorie di servizi individuate nel Regolamento [INSPIRE-SDSS-REG], ovvero:

4.1.2.1 Metadati comuni a tutte le tipologie di servizi territoriali
Informazioni sui metadati
1 Identificatore del file
2 Lingua dei metadati
3 Set dei caratteri dei metadati
4 Id file precedente
5 Livello gerarchico 5.1 - Livello
5.2 – Nome livello
6 Responsabile dei metadati 6.1 - Nome dell’Ente
6.2 – Ruolo
6.3 - Informazioni per contattare l’Ente 6.3.1 - Sito web
6.3.2 - Telefono
6.3.3 - E-mail
7 Data dei metadati
8 Nome dello Standard
9 Versione dello Standard
Identificazione dei servizi
10 Titolo
11 Data 11.1 – Data
11.2 - Tipo data
12 Responsabile 12.1 - Nome dell’Ente
12.2 – Ruolo
12.3 - Informazioni per contattare l’Ente 12.3.1 - Sito web
12.3.2 - Telefono
12.3.3 - E-mail
13 Identificatore

14 Descrizione

15 Parole chiave 15.1 - Parola chiave
15.2 – Thesaurus
16 Punto di contatto 16.1 - Nome dell’Ente
16.2 – Ruolo
16.3 - Informazioni per contattare l’Ente 16.3.1 - Sito web
16.3.2 - Telefono
16.3.3 - E-mail
17 Tipo di servizio

18 Tipo di aggancio

19 Risorsa accoppiata

20 Operazioni 20.1 - Nome operazione
20.2 – DCP
20.3 - Punto di connessione
21 Risorsa on line 21.1 - URL
21.2 - Nome
21.3 - Descrizione
21.4 - Funzione
Vincoli sui servizi
22 Limitazione d’uso

23 Vincoli di accesso

24 Vincoli di fruibilità

25 Altri vincoli

Estensione dei servizi
26 Localizzazione geografica 27.1 - Longitudine Ovest
27.2 - Longitudine Est
27.3 - Latitudine Sud
27.4 - Latitudine Nord
27 Estensione temporale 28.1 - Data inizio
28.2 - Data fine
Qualità dei servizi
28 Livello di qualità 28.1 - Livello
28.2 - Descrizione
29 Conformità: specifiche 29.1 – Titolo
29.2 – Data
29.3 - Tipo data
30 Conformità: grado
4.1.2.2 Metadati supplementari per i servizi di dati territoriali

Il Regolamento [INSPIRE-SDSS-REG], ha definito alcune tipologie di servizi di dati territoriali, diversi dai servizi di rete, per i quali, negli allegati V, VI e VII, sono stati individuati alcuni metadati supplementari riportati nelle tabelle che seguono.

Servizi di dati territoriali invocabili
1 Categoria
Servizi di dati territoriali interoperabili
2 Qualità del servizio - Criteri
3 Qualità del servizio - Misurazione 3.1 - Descrizione
3.2 - Valore

3.3 – Unità
4 Sistema di riferimento spaziale
Servizi di dati territoriali armonizzati
5 metadati di richiamata

4.1.3 Metadati per le nuove acquisizioni di dati territoriali

In questo paragrafo sono definiti i metadati che POSSONO essere utilizzati nel caso in cui una Amministrazione scelga di descrivere nel Repertorio i dati territoriali che prevede di acquisire.

Nel “Dizionario dei metadati relativi alle nuove acquisizioni di dati” (paragrafo 4.2.6), per ogni metadato, è specificata la definizione, il tipo, il dominio, il livello di obbligatorietà e la molteplicità.

Informazioni sui metadati
1 Identificatore del file
2 Lingua dei metadati
3 Responsabile dei metadati 3.1 - Nome dell’Ente
3.2 – Ruolo
3.3 - Informazioni per contattare l’Ente 3.3.1 - Sito web
3.3.2 - Telefono
3.3.3 - E-mail
4 Data dei metadati
Identificazione dei dati
5 Titolo
6 Data di presunta disponibilità
7 Formato di presentazione
8 Responsabile 8.1 - Nome dell’Ente
8.2 – Ruolo
8.3 - Informazioni per contattare l’Ente 8.3.1 - Sito web
8.3.2 - Telefono
8.3.3 - E-mail
9 Identificatore
10 Altri dettagli
11 Descrizione
12 Status
13 Tipo di rappresentazione spaziale
14 Risoluzione spaziale: Scala equivalente
15 Categoria tematica
16 Localizzazione geografica 16.1 - Longitudine Ovest
16.2 - Longitudine Est
16.3 - Latitudine Sud
16.4 - Latitudine Nord
17 Limite amministrativo
18 Informazioni supplementari
Vincoli sui dati
19 Limitazione d’uso
Sistema di riferimento
20 Sistema di riferimento spaziale

4.2 Dizionario dei dati

Di seguito sono riportati i dizionari con le descrizioni delle caratteristiche dei metadati definiti ai paragrafi 4.1.1, 4.1.2 e 4.1.3.

Oltre al corrispondente termine dello Standard ISO (espresso come il numero dell’elemento inserito nello Standard o con il relativo path), ogni dizionario riporta anche il livello di obbligatorietà, la molteplicità, la tipologia e il dominio dei metadati. Sono riportate anche le liste dei valori e le enumerazioni, che costituiscono il dominio di alcuni metadati.

Inoltre, al paragrafo 4.2.8, sono riportate le corrispondenze tra:

4.2.1 Glossario

Nome - Il nome è un’etichetta assegnata all’elemento.

Numero ISO - Viene riportato il corrispondente elemento dello Standard ISO indicato con il numero riportato nello Standard o con il path relativo.

Definizione - Descrizione degli elementi di metadati.

Livello di obbligatorietà - Indica se un elemento deve essere sempre documentato o se può essere omesso. Il campo può assumere i valori: obbligatorio (mandatory) (M), che indica che l’elemento DEVE essere documentato sempre, opzionale (O) che indica che quell’elemento PUÒ essere anche omesso, condizionato (C), che indica che l’elemento è obbligatorio sotto determinate condizioni (rappresenta una scelta tra due o più opzioni e uno diventa obbligatorio, è obbligatorio se qualche altro elemento assume un determinato valore, …). Nell’ultimo caso, se non diversamente indicato nel dizionario, si fa riferimento alle condizioni riportate nello Standard [ISO-19115].

Occorrenza massima (max) - Specifica il numero massimo di istanze che gli elementi e/o le entità dei metadati possono avere. Una singola occorrenza è indicata con “1”; più occorrenze sono indicate con “N”.

Tipo di dato - Specifica l’insieme di valori per rappresentare l’elemento dei metadati (es. intero, reale, stringa, …).

Dominio - Il dominio indica i valori possibili per l’elemento.

4.2.2 Dizionario dei metadati relativi ai dati territoriali

classe Nome Num. ISO 19115 Descrizione Tipo di dato Dominio Liv. obblig. Max
Informazioni sui metadati Definisce i metadati sulla risorsa classe M 1
Identificatore del file 2 Identificatore univoco del file dei metadati CharacterString Testo libero M 1
Lingua dei metadati 3 Linguaggio nel quale sono espressi i metadati CharacterString ISO 639-2/B (utilizzare solo i codici a tre lettere come definito su http://www.loc.gov/standards/iso639-2/ ) M 1
Set dei caratteri dei metadati 4 Nome dello standard del set di caratteri utilizzato per i metadati classe CodeList MD_CharacterSetCode

C 1
Id file precedente 5 Identificatore univoco del file di metadati dell’eventuale trasmissione precedente a cui il file corrente è relazionato. CharacterString Testo libero O 1
Livello gerarchico 6 Categoria di informazione cui vengono applicati metadati (es: “dataset”) classe CodeList MD_ScopeCode M 1
Responsabile dei metadati Soggetto responsabile della creazione e della manutenzione dei metadati classe M N
Nome dell’Ente 8.376 Nome dell’organizzazione responsabile CharacterString Testo libero M 1
Ruolo 8.379 Ruolo rappresentato dal soggetto responsabile classe CodeList CI_RoleCode M 1
Info: Telefono 8.378.388. 408 Numero telefonico a cui è possibile contattare il soggetto responsabile CharacterString Testo libero O 1
Info: Sito web 8.378.390. 397 Indirizzo per l’accesso online espresso secondo lo schema Uniform Resource Locator (URL). classe URL (IETF RFC1738 IETF RFC2056) O 1
Info: E-mail 8.378.389. 386 Indirizzo di posta elettronica del soggetto responsabile CharacterString Testo libero M N
Data dei metadati 9 Data di creazione o di ultima modifica dei metadati classe Date - ISO 8601 M 1
Nome dello Standard 10 Nome dello standard (incluso il nome del profilo) di metadati utilizzato CharacterString Testo libero M 1
Versione dello Standard 11 Versione dello standard/profilo di metadati utilizzato CharacterString Testo libero M 1
Identificazione dei dati Informazioni di base utili per identificare la risorsa cui vengono applicati i metadati 1
Titolo 15.24.360 Nome caratteristico e spesso unico con il quale la risorsa è conosciuta. CharacterString Testo libero M 1
Data M N
Data 15.24.362. 394 Data di riferimento dei dati classe ISO 8601 M 1
Tipo data 15.24.362. 395 Evento relativo alla data di riferimento. È obbligatorio almeno un tipo di data tra “creazione”, “pubblicazione” e “revisione”. classe CodeList CI_DateTypeCode M 1
Formato di presentazione 15.24.368 Modalità in cui la risorsa è rappresentata. classe CodeList CI_Presentation-FormCode M N
Responsabile Soggetto titolare dei dati M N
Nome dell’Ente 15.24.367. 376 Nome dell’organizzazione responsabile CharacterString Testo libero M 1
Ruolo 15.24.367. 379 Ruolo rappresentato dal soggetto responsabile classe CodeList CI_RoleCode M 1
Info: Telefono 15.24.367. 378.388. 408 Numero telefonico a cui è possibile contattare il soggetto responsabile CharacterString Testo libero O 1
Info: Sito web 15.24.367. 378.390. 397 Indirizzo per l’accesso online espresso secondo lo schema Uniform Resource Locator (URL). classe URL (IETF RFC1738 IETF RFC2056) O 1
Info: E-mail 15.24.367. 378.389. 386 Indirizzo di posta elettronica del soggetto responsabile CharacterString Testo libero M N
Identificatore 15.24.365. 207 Riferimento univoco che identifica la risorsa nel livello gerarchico specificato. CharacterString Testo libero M 1
Id livello superiore 15.24.369. 405 Riferimento univoco relativo alla serie di cui il dataset è parte. Se si sta documentando una sezione l’elemento assume il valore dell’idenitificativo del dataset a cui quella sezione appartiene. CharacterString Testo libero M 1
Altri dettagli 15.24.370 Ulteriori informazioni di citazione CharacterString Testo libero O 1
Descrizione 15.25 Breve testo di descrizione del contenuto della risorsa CharacterString Testo libero M 1
Parole chiave Parole chiave e fonte di riferimento M N
Parola chiave 15.33.53 Parola formalizzata o utilizzata comunemente per descrivere la risorsa. In caso di dati, si dovrà fornire almeno una parola chiave del Thesaurus Generale Multilingue dell’Ambiente (GEMET) che descriva la categoria tematica dei dati territoriali pertinenti, secondo le definizioni degli allegati I, II o III della direttiva 2007/2/CE. In caso di servizi, dovrà essere fornita almeno una parola chiave tratta dall’elenco riportato alla parte D.4 del Regolamento (CE) n. 1205/2008.

CharacterString Testo libero M N
Thesaurus

O 1
Titolo 15.33.55. 360 Nome del thesaurus formalmente registrato, fonte delle parole chiave CharacterString Testo libero M 1
Data 15.33.55. 362.394 Data di riferimento del thesaurus classe ISO 8601 M N
Tipo Data 15.33.55. 362.395 Evento relativo alla data di riferimento. È obbligatorio almeno un tipo di data tra “creazione”, “pubblicazione” e “revisione”. classe CodeList CI_DateTypeCode M N
Punto di contatto Soggetto che è possibile contattare per avere informazioni sulla risorsa M N
Nome dell’Ente 15.29.376 Nome dell’organizzazione da contattare CharacterString Testo libero M 1
Ruolo 15.29.379 Ruolo rappresentato dal soggetto responsabile (di default: punto di contatto) classe CodeList CI_RoleCode M 1
Info: Telefono 15.29.378. 388.408 Numero telefonico a cui è possibile contattare il punto di contatto CharacterString Testo libero O 1
Info: Sito web 15.29. 378. 390.397 Indirizzo per l’accesso online espresso secondo lo schema Uniform Resource Locator (URL). classe URL (IETF RFC1738 IETF RFC2056) O 1
Info: E-mail 15.29.378. 389.386 Indirizzo di posta elettronica del punto di contatto CharacterString Testo libero M N
Tipo di rappresentazione spaziale 15.37 Metodo di rappresentazione spaziale dei dati (es: vettoriale) classe CodeList MD_SpatialRepre-sentationTypeCode M N
Risoluzione spaziale Fattore che fornisce la comprensione generale della densità dei dati nel dataset M N
Scala equivalente 15.38.60.57 Livello di dettaglio espresso come la scala di un’equivalente mappa cartacea Integer Integer > 0 C 1
Distanza 15.38.61 Risoluzione geometrica al suolo classe Distance C 1
Lingua 15.39 Linguaggio utilizzato per i dati CharacterString ISO 639-2/B (utilizzare solo codici a tre lettere come definito su http://www.loc.gov/standards/iso639-2/ ) M N
Set dei caratteri 15.40 Nome dello standard del set di caratteri utilizzato per i dati classe CodeList MD_CharacterSet-Code C N
Categoria tematica 15.41 Tema principale cui si riferiscono i dati classe Enumeration MD_TopicCatego-ryCode M N
Informazioni supplementari

15.46 Informazioni descrittive supplementari sui dati CharacterString Testo libero O 1
Vincoli sui dati classe di informazioni sui vincoli di accesso e utilizzo dei dati M N
Limitazione d’uso 15.35.68 Restrizioni di utilizzo dei dati.

CharacterString Testo libero O 1
Vincoli di accesso 15.35.70 Questo elemento fornisce informazioni su eventuali limitazioni all’accesso dei dati e dei servizi sulla base dell'articolo 13 della direttiva 2007/2/CE e relativi motivi che le giustificano. Se non ci sono limitazioni sull'accesso pubblico, questo elemento di metadati deve indicarlo esplicitamente. Questo elemento fornisce, inoltre, informazioni sugli eventuali canoni da corrispondere per l’accesso della risorsa, se del caso, o fa riferimento a un localizzatore unico di risorsa (URL) dove si possono reperire informazioni sui canoni. classe CodeList MD_Restrinction-Code M N
Vincoli di fruibilità 15.35.71 Questo elemento fornisce informazioni sugli eventuali canoni da corrispondere per l’uso della risorsa, se del caso, o fa riferimento a un localizzatore unico di risorsa (URL) dove si possono reperire informazioni sui canoni. classe CodeList MD_Restrinction-Code M N
Altri vincoli 15.35.72 Altri vincoli e prerequisiti legali per l’accesso e l’utilizzo della risorsa CharacterString Testo libero. Nel caso in cui si utilizza l’elemento per documentare le limitazioni di cui all’art. 13 c. 1 della direttiva INSPIRE, allora si fa riferimento alle CodeList MD_LimitationsOnPublicAccess. Se si utilizza l’elemento per documentare le condizioni applicabili all’accesso e all’uso, in mancanza di specifiche condizioni si fa riferimento alla CodeList MD_ ConditionsApplyingToAccessAndUse. C N
Estensione dei dati Informazioni sull’estensione spaziale e temporale dei dati M 1
Localizzazione geografica Estensione della risorsa nello spazio geografico fornita sotto forma di un riquadro di delimitazione. M 1
Longitudine Ovest 15.45.336. 344 Coordinata più ad ovest dell’estensione dei dati, data dal valore di longitudine espresso in gradi decimali, con una precisione di almeno due decimali. classe Angolo

Si veda ISO/TS 19103
M 1
Longitudine Est 15.45.336. 345 Coordinata più ad est dell’estensione dei dati, data dal valore di longitudine espresso in gradi decimali, con una precisione di almeno due decimali. classe Angolo

Si veda ISO/TS 19103
M 1
Latitudine Sud 15.45.336. 346 Coordinata più a sud dell’estensione dei dati, data dal valore di latitudine espresso in gradi decimali, con una precisione di almeno due decimali. classe Angolo

Si veda ISO/TS 19103
M 1
Latitudine Nord

15.45.336. 347 Coordinata più a nord dell’estensione dei dati, data dal valore di latitudine espresso in gradi decimali, con una precisione di almeno due decimali. classe Angolo

Si veda ISO/TS 19103
M 1
Estensione verticale Dominio verticale dei dati O 1
Quota minima 15.45.338. 355 Valore di quota minimo dei dati Real Real M 1
Quota massima 15.45.338. 356 Valore di quota massimo dei dati Real Real M 1
Unità di misura 15.45.338. 357 Unità di misura dei valori di quota classe UomLenght M 1
Datum verticale 15.45.338. 358.207. Informazioni sul sistema di riferimento verticale dei dati classe CodeList MD_ReferenceSy-stemCode M 1
Estensione temporale Periodo di tempo coperto dal contenuto della risorsa. O N
Data inizio 15.45.337. 351 Data iniziale della copertura temporale classe ISO 8601 M 1
Data fine 15.45.337. 351 Data finale della copertura temporale classe ISO 8601 O 1
Qualità dei dati classe di informazioni sulla qualità dei dati M 1
Livello di qualità 18.79.139 Livello cui sono applicate le informazioni di qualità classe CodeList MD_ScopeCode M 1
Accuratezza posizionale Informazioni per la descrizione dell’accuratezza posizionale dei dati M 1
Unità di misura 18.80.117. 107.135 Unità di misura dei valori di qualità dei dati classe UnitOfMeasure Si veda ISO/TS 19103 M 1
Valore 18.80.117. 107.137 Valore quantitativo dell’accuratezza posizionale dei dati classe Record M 1
Coerenza topologica Esattezza delle caratteristiche topologiche esplicitamente codificate del set di dati, come descritte nel campo di applicazione. C / da documentare solo se il set di dati comprende tipi del modello generico di rete (Generic Network Model) e non assicura la topologia delle linee di mezzeria (ossia la connettività delle linee di mezzeria) N
Unità di misura 18.80.117. 107.135 Unità di misura dei valori di qualità dei dati classe UnitOfMeasure Si veda ISO/TS 19103 M 1
Valore 18.80.117. 107.137 Valore quantitativo della coerenza topologica. classe Record M 1
Genealogia 18.81.83 Testo descrittivo sulla storia del processo e/o la qualità generale del set di dati. Dove necessario, può includere una dichiarazione che indica se l’insieme di dati è stato convalidato o sottoposto a un controllo di qualità. CharacterString Testo libero M 1
Conformità: specifiche Citazione delle specifiche INSPIRE (adottate a norma dell’art. 7 par. 1 della direttiva 2007/2/CE) cui la risorsa si conforma. M 1
Titolo 18.80.107. 130.360 Titolo delle specifiche CharacterString Testo libero M 1
Data 18.80.107. 130.394 Data di riferimento delle specifiche classe ISO 8601 M 1
Tipo data 18.80.107. 130.395 Evento (es. pubblicazione) associato alla data di riferimento delle specifiche. E’ obbligatorio almeno un tipo di data tra “creazione”, “pubblicazione” e “revisione”. classe CodeList CI_DateTypeCode M 1
Conformità: grado 18.80.107. 132 Indicazione del grado di conformità alle specifiche INSPIRE (adottate a norma dell’art. 7 par. 1 della direttiva 2007/2/CE). Boolean True/1 = conforme False/0 = non conforme Nessun valore = non valutato

M 1
Sistema di riferimento M N
Sistema di riferimento spaziale 13.187.207 Sistema di riferimento dei dati classe Testo libero. Si raccomanda l’utilizzo della CodeList MD_ReferenceSystemCode

M 1
Sistema di riferimento temporale Descrizione del sistema o dei sistemi di riferimento temporali utilizzati nel set di dati. classe Testo libero C/ Da documentare solo se le informazioni temporali dei dati usano un riferimento diverso da quello di default (calendario gregoriano) N
Distribuzione dei dati Informazioni sul distributore e su come ottenere la risorsa M 1
Formato di distribuzione Descrizione del formato con cui i dati sono distribuiti M N
Nome formato

17.271.285 Nome del formato dei dati CharacterString Testo libero M 1
Versione formato 17.271.286 Versione del formato dei dati CharacterString Testo libero M 1
Distributore Informazioni sull’Ente che distribuisce i dati M N
Nome dell’Ente 17.272.280.376 Nome dell’organizzazione che distribuisce i dati CharacterString Testo libero M 1
Ruolo 17.272.280.379 Ruolo rappresentato dal soggetto responsabile (di default: distributore) classe CodeList CI_RoleCode M 1
Info: Telefono 17.272.280.378.388. 408 Numero telefonico a cui è possibile contattare il distributore CharacterString Testo libero O 1
Info: Sito web 17.272.280.378.390. 397 Indirizzo per l’accesso online espresso secondo lo schema Uniform Resource Locator (URL). classe URL (IETF RFC1738 IETF RFC2056) O 1
Info: E-mail 17.272.280.378.389. 386 Indirizzo di posta elettronica del distributore CharacterString Testo libero M N
Risorsa on line Informazioni sui mezzi tecnici e i supporti con cui si ottiene una risorsa dal distributore M N
URL 17.273.277.397 Informazioni sulle fonti online attraverso le quali la risorsa può essere ottenuta. Indirizzo per l’accesso online espresso secondo lo schema Uniform Resource Locator (URL). classe URL (IETF RFC1738 IETF RFC2056) M N
Protocollo 17.273.277.398 Protocollo di connessione da utilizzare. CharacterString Testo libero M 1
Profilo applicativo 17.273.277.399 Nome del profilo applicativo che può essere utilizzato con la risorsa online CharacterString Testo libero M 1
Nome 17.273.277.400 Nome della risorsa online CharacterString Testo libero O 1
Descrizione 17.273.277.401 Tipologia della risorsa online CharacterString Testo libero M 1
Funzione 17.273.277.402 Codice per la funzione svolta dalla risorsa online. Classe CodeList CI_OnLineFunctionCode (par. 4.2.5.2) O 1
Gestione dei dati O N
Frequenza di aggiornamento

15.30.143 Frequenza con la quale sono registrati gli aggiornamenti dei dati classe CodeList MD_Maintenance-FrequencyCode

M 1
Contenuto dei dati raster Informazioni sul contenuto della cella di dati raster O 1
Descrizione degli attributi 16.240 Descrizione dell’attributo descritto dal valore di misura classe RecordType M 1
Tipo di contenuto 16.241 Tipo di informazione rappresentato dal valore della cella classe CodeList MD_Coverage-ContentTypeCode M 1
Risoluzione radiometrica 16.242.264 Numero massimo di bit significativi in cui può essere rappresentata l’intensità radiometrica di ogni pixel Integer Integer O 1
Triangolazione aerea 16.251 Indicazione se la triangolazione aerea è stata effettuata o meno Boolean 1 = sì 0 = no O 1
Rappresentazione spaziale dei dati raster classe di informazioni sulla rappresentazione spaziale dei dati di tipo raster O 1
Numero di dimensioni 12.158 Numero degli assi spaziali-temporali indipendenti Integer Integer M 1
Proprietà dimensioni Informazioni sulle proprietà degli assi spaziali-temporali M N
Nome dimensione 12.159.180 Nome degli assi classe CodeList MD_Dimension-NameTypeCode M 1
Misura dimensione

12.159.181 Numero degli elementi lungo gli assi Integer Integer M 1
Risoluzione 12.159.182 Grado di dettaglio dei dati classe Measure O 1
Geometria della cella

12.160 Identificazione dei dati raster come punti o celle classe CodeList MD_CellGeometryCode M 1
Disponibilità coefficienti della trasformazione

12.161 Indicazione se esistono o meno i coefficienti della trasformazione affine per il passaggio da coordinate immagine a coordinate terreno Boolean 1 = sì 0 = no M 1
Disponibilità dei check-points 12.163 Indicazione sulla disponibilità dei check-point Boolean 1 = sì 0 = no M 1
Descrizione check-points 12.164 Descrizione dei check-point CharacterString Testo libero C 1
Coordinate dei vertici 12.165 Coordinate dei vertici della griglia espresse nel proprio sistema di riferimento spaziale. Sono richiesti almeno il vertice origine della griglia e quello opposto lungo la diagonale. Sequenza GM_Point M N
Punto del pixel 12.167 Punto del pixel a cui si riferiscono le coordinate classe Enumeration MD_PixelOrienta-tionCode M 1
Disponibilità dei punti di controllo 12.171 Indicazione se esistono o meno punti di controllo Boolean 1 = sì 0 = no M 1
Disponibilità dei parametri di orientamento 12.172 Indicazione se sono disponibili o meno i parametri di orientamento Boolean 1 = sì 0 = no M 1
Parametri per la georefernziazione

12.174 Termini che supportano la georeferenziazione dei dati classe Record M 1

4.2.3 Elenchi di codici ed enumerazioni per i dati territoriali

Di seguito sono riportate gli elenchi di codici (codelist) e le enumerazioni (enumeration) che rappresentano il dominio di alcuni metadati come riportato nel dizionario al paragrafo 4.2.2.

4.2.3.1 Enumerazione MD_PixelOrientationCode
Nome Elemento corrispondente ISO 19115:2003 Definizione
1. MD_PixelOrientationCode MD_PixelOrientationCode Punto in un pixel corrispondente alla localizzazione sul terreno del pixel
2. Centro center Punto posto a metà tra il punto più in basso a sinistra e quello più in alto a destra del pixel
3. In basso a sinistra lowerLeft Il vertice del pixel più vicino all’origine; se due vertici hanno la stessa distanza dall’origine, allora si considera quello con il valore delle x più piccolo.
4. In basso a destra lowerRight Il vertice successivo, in senso antiorario, a quello più in basso a sinistra
5. In alto a destra upperRight Il vertice successivo, in senso antiorario, a quello più in basso a destra
6. In alto a sinistra upperLeft Il vertice successivo, in senso antiorario, a quello più in alto a destra
Note
4.2.3.2 Enumerazione MD_TopicCategoryCode
Categoria tematica Elemento corrispondente ISO 19115:2003 Definizione
1. MD_TopicCategoryCode MD_TopicCategoryCode Classificazione tematica di alto livello dei dati territoriali, utile nella catalogazione e nella ricerca dei dataset geografici disponibili. Può essere utilizzata anche per raggruppare le parole-chiave. Gli esempi riportati non sono esaustivi. NOTA – Tra le categorie generali ci sono, ovviamente, delle sovrapposizioni, per cui l’utente dovrà scegliere la categoria più appropriata.
2. Agricoltura farming Allevamento di animali e/o coltivazione di piante Esempi: agricoltura, irrigazioni, acquacoltura, piantagioni, parassiti e malattie che interessano i raccolti e il bestiame
3. Biota biota Flora e/o fauna nell’ambiente naturale Esempi: fauna selvatica, vegetazione, scienze biologiche, ecologia, habitat
4. Confini boundaries Descrizione legale del territorio Esempi: limiti politici e amministrativi
5. Climatologia – Meteorologia - Atmosfera climatologyMeteorologyAtmosphere Processi e fenomeni dell’atmosfera Esempi: annuvolamento, clima, condizioni atmosferiche, cambiamenti climatici, precipitazioni
6. Economia economy Attività economiche Esempi: produzione, lavoro, commercio, reddito, industria, turismo ed ecoturismo, silvicoltura, pesca, esplorazione e sfruttamento delle risorse come minerali, petrolio e gas.
7. Elevazione elevation Quote sopra o sotto il livello del mare Esempi: altitudine, DEM, batimetria, pendenze e prodotti derivati
8. Ambiente environment Risorse ambientali, protezione e conservazione dell’ambiente Esempi: inquinamento ambientale, trattamento dei rifiuti, valutazione di impatto ambientale, monitoraggio del rischio ambientale, riserve naturali, paesaggio
9. Informazioni geoscientifiche geoscientificInformation Informazioni riguardanti le Scienze della Terra Esempi: entità e processi geofisici,geologia, minerali, struttura e origine delle rocce terrestri, rischi di terremoti, attività vulcanica, suoli, idrogeologia, erosione.
10. Salute Health Salute, servizi sanitari, ecologia umana e sicurezza Esempi: malattie, fattori che interessano la salute, igiene, abuso di sostanze, salute fisica e mentale, servizi sanitari
11. Mappe di base – Immagini – Copertura terrestre imageryBaseMapsEarthCover Mappe di base Esempi: copertura territoriale, carte topografiche, immagini

12. Intelligence – Settore militare intelligenceMilitary Basi, strutture e attività militari Esempi: addestramento, trasporto militare, raccolta di informazioni
13. Acque interne inlandWaters Caratteristiche delle acque interne, sistemi di drenaggio e loro caratteristiche Esempi: fiumi e ghiacciai, laghi salati, piani di utilizzazione dell’acqua, dighe, correnti, inondazioni, qualità dell’acqua
14. Localizzazione location Informazioni e servizi sulla localizzazione Esempi: indirizzi, reti geodetiche, punti di controllo, zone e servizi postali, toponimi
15. Acque marine - Oceani oceans Entità e caratteristiche dei corpi d’acqua salata (escluse le acque interne) Esempi: maree, informazioni sulle linee di costa

16. Pianificazione - Catasto planningCadastre Pianificazione del territorio Esempi: carte dell’uso del suolo, carte di zonizzazione, indagini catastali, proprietà terriere
17. Società society Caratteristiche sociali e culturali Esempi: antropologia, archeologia, educazione, costumi, dati demografici, aree e attività per la ricreazione, valutazione di impatto sociale, giustizia, informazioni fiscali
18. Strutture structure Costruzioni, manufatti Esempi: palazzi, musei, chiese, fabbriche, monumenti, negozi, torri
19. Trasporti transportation Mezzi e servizi per il trasporto delle persone e/o delle merci Esempi: strade, aeroporti, carte nautiche, posizione dei veicoli, carte aeronautiche, ferrovie
20. Servizi di pubblica utilità - Comunicazione utilitiesCommunication Energia, acqua e sistemi dei rifiuti, infrastrutture e servizi di comunicazione

Esempi: idro-elettricità, sorgenti di energia geotermica, solare e nucleare, potabilizzazione e distribuzione dell’acqua, distribuzione dell’elettricità e del gas, comunicazioni di dati, telecomunicazioni,radio, reti di comunicazioni.
Note
4.2.3.3 Elenco di codici CI_DateTypeCode
Nome Elemento corrispondente ISO19115:2003 Definizione
1. CI_DateTypeCode CI_DateTypeCode Identificazione di quando un evento succede
2. Creazione creation Data che identifica quando la risorsa è stata creata
3. Pubblicazione publication Data che identifica quando la risorsa è stata pubblicata
4. Revisione revision Data che identifica quando la risorsa è stata esaminata o riesaminata e migliorata o emendata
4.2.3.4 Elenco di codici CI_PresentationFormCode
Nome Elemento corrispondente ISO19115:2003 Definizione
1. CI_PresentationFormCode CI_PresentationFormCode Modalità in cui sono presentati i dati.
2. Documento digitale documentDigital Rappresentazione digitale di un testo (può contenere anche illustrazioni)
3. Documento cartaceo documentHardcopy Rappresentazione di un testo (può contenere anche illustrazioni) su carta, materiale fotografico o altri supporti.
4. Immagine digitale imageDigital Immagine in formato digitale
5. Immagine cartacea imageHardcopy Immagine riprodotta su carta, materiale fotografico o altri supporti per uso diretto.
6. Mappa digitale mapDigital Mappa in formato raster o vettoriale
7. Mappa cartacea mapHardcopy Mappa stampata su carta, materiale fotografico o altri supporti per uso diretto
8. Modello digitale modelDigital Rappresentazione digitale multidimensionale di un particolare, un processo, …
9. Modello fisico modelHardcopy Modello fisico tridimensionale
10. Profilo digitale profileDigital Sezione verticale (stratigrafia) in formato digitale
11. Profilo cartaceo profileHardcopy Sezione verticale (stratigrafia) stampata su carta o su altro supporto
12. Tabella digitale tableDigital Rappresentazione digitale di fatti e cifre presentate im modo sistematico, specialmente in colonne
13. Tabella cartacea tableHardcopy Rappresentazione di fatti e cifre presentate im modo sistematico, specialmente in colonne, stampate su carta, materiale fotografico, o altri supporti.
14. Video digitale videoDigital Registrazione video digitale
15. Video analogico videoHardcopy Registrazione video su pellicola
Note
4.2.3.5 Elenco di codici CI_RoleCode
Nome Elemento corrispondente ISO19115:2003 Definizione
1. CI_RoleCode CI_RoleCode Funzione rappresentata dall’Ente responsabile dei dati
2. Fornitore della risorsa resourceProvider Soggetto che fornisce la risorsa
3. Custode custodian Soggetto responsabile della conservazione della risorsa
4. Proprietario owner Soggetto proprietario della risorsa
5. Utente user Soggetto che utilizza la risorsa
6. Distributore distributor Soggetto che distribuisce la risorsa
7. Ideatore originator Soggetto che ha progettato la risorsa
8. Punto di contatto pointOfContact Soggetto che può essere contattato per avere informazioni o acquisire la risorsa
9. Responsabile principale delle ricerche principalInvestigator Soggetto che raccoglie informazioni e conduce ricerche
10. Responsabile del trattamento processor Soggetto che ha elaborato i dati, modificandoli
11. Editore publisher Soggetto che ha pubblicato la risorsa
12. Autore author Soggetto che ha realizzato la risorsa
Note
4.2.3.6 Elenco di codici MD_CellGeometryCode
Nome Elemento corrispondente ISO 19115:2003 Definizione
1. MD_CellGeometryCode MD_CellGeometryCode Indica se i dati della griglia sono punti o aree
2. Punto point Ogni cella rappresenta un punto
3. Area area Ogni cella rappresenta un’area
Note
4.2.3.7 Elenco di codici MD_CharacterSetCode
Nome Definizione
1. MD_CharacterSetCode Nome dello standard di codifica dei caratteri utilizzati per la risorsa
2. ucs2 Universal Character Set a dimensione fissa di 32 bit, basato sullo standard ISO/IEC 10646
3. ucs4 Universal Character Set a dimensione fissa di 16 bit, basato sullo standard ISO/IEC 10646
4. utf7 Formato di trasferimento di UCS a dimensione variabile a 7 bit, basato sullo standard ISO/IEC 10646
5. utf8 Formato di trasferimento di UCS a dimensione variabile a 8 bit, basato sullo standard ISO/IEC 10646
6. utf16 Formato di trasferimento di UCS a dimensione variabile a 16 bit, basato sullo standard ISO/IEC 10646
7. 8859part1 ISO/IEC 8859-1 , Information Technology – insieme codificato di caratteri grafici di un singolo byte a 8 bit – Part 1: Latin alphabet No. 1
8. 8859part2 ISO/IEC 8859-2 , Information Technology – insieme codificato di caratteri grafici di un singolo byte a 8 bit – Part 2: Latin alphabet No. 2
9. 8859part3 ISO/IEC 8859-3 , Information Technology – insieme codificato di caratteri grafici di un singolo byte a 8 bit – Part 3: Latin alphabet No. 3
10. 8859part4 ISO/IEC 8859-4 , Information Technology – insieme codificato di caratteri grafici di un singolo byte a 8 bit – Part 4: Latin alphabet No. 4
11. 8859part5 ISO/IEC 8859-5 , Information Technology – insieme codificato di caratteri grafici di un singolo byte a 8 bit – Part 5: Latin/Cyrillic alphabet
12. 8859part6 ISO/IEC 8859-6, Information Technology – insieme codificato di caratteri grafici di un singolo byte a 8 bit – Part 6: Latin/Arabic alphabet
13. 8859part7 ISO/IEC 8859-7 , Information Technology – insieme codificato di caratteri grafici di un singolo byte a 8 bit – Part 7: Latin/Greek alphabet
14. 8859part8 ISO/IEC 8859-8 , Information Technology – insieme codificato di caratteri grafici di un singolo byte a 8 bit – Part 8: Latin/Hebrew alphabet
15. 8859part9 ISO/IEC 8859-9 , Information Technology – insieme codificato di caratteri grafici di un singolo byte a 8 bit – Part 9: Latin alphabet No. 5
16. 8859part10 ISO/IEC 8859-10 , Information Technology – insieme codificato di caratteri grafici di un singolo byte a 8 bit – Part 10: Latin alphabet No. 6
17. 8859part11 ISO/IEC 8859-11 , Information Technology – insieme codificato di caratteri grafici di un singolo byte a 8 bit – Part 11: Latin/Thai alphabet

18. (reserved for future use) Un futuro insieme codificato di caratteri grafici di un singolo byte a 8 bit ISO/IEC 8859-1 (possibilmente 8859 part 12)
19. 8859part13 ISO/IEC 8859-13 , Information Technology – insieme codificato di caratteri grafici di un singolo byte a 8 bit – Part 13: Latin alphabet No. 7

20. 8859part14 ISO/IEC 8859-14 , Information Technology – insieme codificato di caratteri grafici di un singolo byte a 8 bit – Part 14: Latin alphabet No. 8 (Celtic)
21. 8859part15 ISO/IEC 8859-15 , Information Technology – insieme codificato di caratteri grafici di un singolo byte a 8 bit – Part 15: Latin alphabet No. 9
22. 8859part16 ISO/IEC 8859-16 , Information Technology – insieme codificato di caratteri grafici di un singolo byte a 8 bit – Part 16: Latin/Thai alphabet No. 10
23. jis Codice giapponese utilizzato per la trasmissione elettronica
24. shiftJIS Codice giapponese utilizzato su macchine basate su MS-DOS
4.2.3.8 Elenco di codici MD_CoverageContentTypeCode
Nome Elemento corrispondente ISO 19115:2003 Definizione
1. MD_CoverageContentTypeCode MD_CoverageContentTypeCode Tipo di informazione rappresentato nella cella
2. Immagine

image Rappresentazione numerica significativa di un parametro fisico che non è il suo valore reale
3. Classificazione tematica thematicClassification Valore codificato senza significato quantitativo usato per rappresentare una quantità fisica
4. Misura fisica physicalMeasurement Valore in unità fisiche della quantità misurata
Note
4.2.3.9 Elenco di codici MD_DimensionNameTypeCode
Nome Elemento corrispondente ISO 19115:2003 Definizione
1. MD_DimensionName TypeCode MD_DimensionNameTypeCode Nome della dimensione
2. Riga row Asse delle ordinate (y)
3. Colonna column Asse delle ascisse (x)
4. Verticale (quota) vertical Asse verticale (z)
Note
4.2.3.10 Elenco di codici MD_MaintenanceFrequencyCode
Nome Elemento corrispondente ISO19115:2003 Definizione
1. MD_MaintenanceFrequencyCode MD_MaintenanceFrequencyCode Frequenza con la quale vengono memorizzati gli aggiornamenti dei dati
2. In maniera continua continual I dati sono aggiornati ripetutamente e frequentemente
3. Giornalmente daily I dati sono aggiornati ogni giorno
4. Settimanalmente weekly I dati sono aggiornati settimanalmente
5. Ogni quindici giorni fortnightly

I dati sono aggiornati ogni due settimane
6. Mensilmente monthly I dati sono aggiornati ogni mese
7. Trimestralmente quarterly I dati sono aggiornati ogni tre mesi
8. Due volte all’anno

biannually I dati sono aggiornati due volte all’anno
9. Annualmente annually I dati sono aggiornati ogni anno
10. Quando necessario asNeeded I dati sono aggiornati quando ritenuto necessario
11. Irregolarmente irregular I dati sono aggiornati a intervalli non regolari
12. Non pianificato notPlanned Gli aggiornamenti dei dati non sono pianificati.
13. Sconosciuto unknown La frequenza di aggiornamento dei dati non è nota.
Note
4.2.3.11 Elenco di codici MD_ReferenceSystemCode
Nome Ambito Definizione
1. MD_ReferenceSystemCode
2. ETRS89-XYZ INSPIRE Sistema cartesiano 3D in ETRS89 (X, Y, Z).
3. ETRS89-GRS80h INSPIRE Sistema geodetico 3D in ETRS89 su GRS80 (latitudine, longitudine, altezza ellissoidale).
4. ETRS89-GRS80 INSPIRE Sistema geodetico 2D in ETRS89 su GRS80 (latitudine, longitudine).
5. ETRS89-LAEA INSPIRE Proiezione LAEA 2D in ETRS89 su GRS80 (X, Y).
6. ETRS89-LCC INSPIRE Proiezione LCC 2D in ETRS89 su GRS80 (N, E).
7. ETRS89-UTM32N Nazionale Proiezione UTM 2D in ETRS89, zona 32N (da 6°E a 12°E) (N,E).
8. ETRS89-UTM33N Nazionale Proiezione UTM 2D in ETRS89, zona 33N (da 12°E a 18°E) (N,E).
9. ETRS89-UTM34N Nazionale Proiezione UTM 2D in ETRS89, zona 34N (da 18°E a 24°E) (N,E).
10. RDN2008-6704 INSPIRE Sistema cartesiano 3D in RDN2008 (X, Y, Z)
11. RDN2008-6705 INSPIRE Sistema geodetico 3D in RDN2008 (latitudine, longitudine, altezza ellissoidale).
12. RDN2008-6706 INSPIRE Sistema geodetico 2D in RDN2008 (latitudine, longitudine).
13. RDN2008-TM32NE INSPIRE Proiezione TM 2D in RDN2008, zona 32N (da 6°E a 12°E) (N, E).
14. RDN2008-TM32EN INSPIRE Proiezione TM 2D in RDN2008, zona 32N (da 6°E a 12°E) (E,N).
15. RDN2008-TM33NE INSPIRE Proiezione TM 2D in RDN2008, zona 33N (da 12°E a 18°E) (N,E).
16. RDN2008-TM33EN INSPIRE Proiezione TM 2D in RDN2008, zona 33N (da 12°E a 18°E) (E,N).
17. RDN2008-TM34NE INSPIRE Proiezione TM 2D in RDN2008, zona 34N (da 18°E a 24°E) (N,E).
18. RDN2008-TM34EN INSPIRE Proiezione TM 2D in RDN2008, zona 34N (da 18°E a 24°E) (E,N).
19. RDN2008-ItalyNE Nazionale Proiezione 2D in RDN2008 che si riferisce al sistema cartografico denominato “Fuso Italia” (N,E).
20. RDN2008-ItalyEN Nazionale Proiezione 2D in RDN2008 che si riferisce al sistema cartografico denominato “Fuso Italia” (E,N).
21. RDN2008-12NE Nazionale Proiezione 2D in RDN2008 che si riferisce al sistema cartografico denominato “Fuso 12” (N,E).
22. RDN2008-12EN Nazionale Proiezione 2D in RDN2008 che si riferisce al sistema cartografico denominato “Fuso 12” (E,N).
23. ED50 Nazionale Sistema geodetico 2D in ED50 (latitudine, longitudine).
24. ED50-UTM32N Nazionale Proiezione UTM 2D in ED50, zona 32N (da 6°E a 12°E) (N,E).
25. ED50-UTM33N Nazionale Proiezione UTM 2D in ED50, zona 33N (da 12°E a 18°E) (N,E).
26. ED50-UTM34N Nazionale Proiezione UTM 2D in ED50, zona 34N (da 18°E a 24°E) (N,E).
27. Monte-Mario-Rome Nazionale Sistema geodetico 2D in Monte Mario (Rome) (latitudine, longitudine).
28. Monte-Mario Nazionale Sistema geodetico 2D in Monte Mario (latitudine, longitudine).
29. Monte-Mario-Italy1 Nazionale Proiezione 2D in Monte Mario corrispondente al fuso Ovest.
30. Monte-Mario-Italy2 Nazionale Proiezione 2D in Monte Mario corrispondente al fuso Est.
31. EVRS INSPIRE Altezza in EVRS (H).
32. LAT INSPIRE Prodondità riferita a LAT (D).
33. MSL INSPIRE Profondità riferita a MSL (D).
34. ISA INSPIRE Coordinate di pressione nell’atmosfera (ICAO international standard atmosphere) (P)
35. ETRS89-XYZ INSPIRE Sistema 3D composto: sistema geodetico 2D in ETRS89 su GRS80 e altezza EVRS (Latitudine, Longitudine, H).
Note
4.2.3.12 Elenco di codici MD_RestrictionCode
Nome Elemento corrispondente ISO19115:2003 Definizione
1. MD_RestrictionCode MD_RestrictionCode Limitazioni all’accesso o all’uso dei dati
2. Proprietà intellettuale dei dati copyright Diritto esclusivo alla pubblicazione, produzione o vendita dei diritti di un lavoro letterario, artistico, musicale, o dell’uso di una stampa commerciale, assegnato dalla legge per un determinato periodo di tempo ad un autore, compositore, artista, distributore (tutela ai sensi della legge 633/41 e successive modifiche e integrazioni e delle Direttive europee 2001/29/EC, 96/9/EC, 93/98/EEC).
3. Brevetto patent Diritto esclusivo a produrre, vendere, usare o autorizzare un’invenzione o una scoperta
4. In attesa di brevetto patentPending Informazioni prodotte o vendute in attesa di brevetto.
5. Marchio registrato trademark Nome, simbolo o altro dispositivo che identifica un prodotto, registrato ufficialmente e limitato legalmente all’uso del proprietario o fornitore.
6. Licenza license Permesso formale a fare qualcosa.
7. Sfruttamento economico della proprietà intellettuale intellectualPropertyRights Diritti al beneficio finanziario e al controllo della distribuzione di una proprietà non tangibile che è il risultato della creatività
8. Dato a conoscibilità limitata restricted Dato la cui conoscibilità è riservata per legge o regolamento a specifici soggetti o categorie di soggetti (cfr. art. 1 Codice A.D.)
9. Altri vincoli otherRestrictions Limitazioni non riportate nella lista
4.2.3.13 Elenco di codici MD_ScopeCode
Nome Elemento corrispondente ISO19115:2003 Definizione
1. MD_ScopeCode MD_ScopeCode classe di informazioni alle quali si applica l’entità di riferimento
2. dataset dataset Le informazioni descrivono le caratteristiche di un dataset
3. Serie series Le informazioni descrivono le caratteristiche di una serie di dataset
4. Servizio service Le informazioni descrivono le caratterisitche di un servizio
Note
4.2.3.14 Elenco di codici MD_SpatialRepresentationTypeCode
Nome Elemento corrispondente ISO19115:2003 Definizione
1. MD_SpatialRepresentationTypeCode MD_SpatialRepresentationTypeCode Metodo utilizzato per rappresentare le informazioni geografiche nel dataset
2. Dati vettoriali vector I dati vettoriali sono utilizzati per rappresentare i dati territoriali
3. Dati raster grid I dati raster sono utilizzati per rappresentare i dati territoriali
4. Tabella di dati alfanumerici textTable Le tabelle di dati alfanumerici sono utilizzati per rappresentare i dati territoriali
5. TIN tin Triangulated Irregular Network (Rete irregolare triangolata)
Note
4.2.3.15 Elenco di codici MD_LimitationsOnPublicAccess
Nome Codice INSPIRE Definizione
1. MD_ LimitationsOnPublicAccess MD_ LimitationsOnPublicAccess Limitazioni all’accesso pubblico ai set di dati territoriali e ai servizi a essi relativi a norma dell'articolo 13 della direttiva 2007/2/CE.
2. Accesso pubblico limitato secondo l’art. 13, c. 1, lettera a) della direttiva INSPIRE. INSPIRE_Directive_Article13_1a L’accesso pubblico a dati e servizi territoriali potrebbe recare pregiudizio alla riservatezza delle deliberazioni interne delle autorità pubbliche, qualora essa sia prevista dal diritto.
3. Accesso pubblico limitato secondo l’art. 13, c. 1, lettera b) della direttiva INSPIRE. INSPIRE_Directive_Article13_1b L’accesso pubblico a dati e servizi territoriali potrebbe recare pregiudizio alle relazioni internazionali, alla sicurezza pubblica o alla difesa nazionale.
4. Accesso pubblico limitato secondo l’art. 13, c. 1, lettera c) della direttiva INSPIRE. INSPIRE_Directive_Article13_1c L’accesso pubblico a dati e servizi territoriali potrebbe recare pregiudizio allo svolgimento di procedimenti giudiziari, alla possibilità per ogni persona di avere un processo equo o alla possibilità per l’autorità pubblica di svolgere indagini di carattere penale o disciplinare.
5.

Accesso pubblico limitato secondo l’art. 13, c. 1, lettera d) della direttiva INSPIRE.

INSPIRE_Directive_Article13_1d L’accesso pubblico a dati e servizi territoriali potrebbe recare pregiudizio alla riservatezza delle informazioni commerciali o industriali qualora la riservatezza sia prevista dal diritto nazionale o comunitario per tutelare un legittimo interesse economico, compreso l’interesse pubblico di mantenere la riservatezza statistica ed il segreto fiscale.
6. Accesso pubblico limitato secondo l’art. 13, c. 1, lettera e) della direttiva INSPIRE. INSPIRE_Directive_Article13_1e L’accesso pubblico a dati e servizi territoriali potrebbe recare pregiudizio ai diritti di proprietà intellettuale.
7. Accesso pubblico limitato secondo l’art. 13, c. 1, lettera f) della direttiva INSPIRE. INSPIRE_Directive_Article13_1f L’accesso pubblico a dati e servizi territoriali potrebbe recare pregiudizio alla riservatezza dei dati personali e/o dei fascicoli riguardanti una persona fisica, qualora tale persona non abbia acconsentito alla divulgazione dell’informazione al pubblico, laddove detta riservatezza sia prevista dal diritto nazionale o comunitario.
8. Accesso pubblico limitato secondo l’art. 13, c. 1, lettera g) della direttiva INSPIRE. INSPIRE_Directive_Article13_1g L’accesso pubblico a dati e servizi territoriali potrebbe recare pregiudizio agli interessi o alla protezione di chiunque abbia fornito le informazioni richieste di sua propria volontà, senza che sussistesse alcun obbligo legale reale o potenziale in tal senso, a meno che la persona interessata abbia acconsentito alla divulgazione delle informazioni in questione
9.

Accesso pubblico limitato secondo l’art. 13, c. 1, lettera h) della direttiva INSPIRE.

INSPIRE_Directive_Article13_1h L’accesso pubblico a dati e servizi territoriali potrebbe recare pregiudizio alla tutela dell’ambiente cui si riferisce l’informazione, come nel caso dell’ubicazione di specie rare.
10. Nessuna limitazione all’accesso pubblico. noLimitations Non ci sono limitazioni all’accesso pubblico a dati e servizi territoriali.
Note
4.2.3.16 Elenco di codici MD_ConditionsApplyingToAccessAndUse
Nome Codice INSPIRE Definizione
1. MD_ConditionsApplyingToAccessAndUse MD_ConditionsApplyingToAccessAndUse Valori da utilizzare quando non ci sono condizioni applicabili all'accesso e all'uso dei set di dati territoriali e ai relativi servizi e, dove applicabile, ai canoni corrispondenti.
2. Nessuna condizione applicabile noConditionsApply Non si applica alcuna condizione all'accesso e all'uso della risorsa.
3. Condizioni non note conditionsUnknown Condizioni applicabili all’accesso e all’uso della risorsa non note.
Note

4.2.4 Dizionario dei metadati relativi ai servizi

Di seguito il dizionario dei metadati dei servizi relativi ai dati territoriali elencati sinteticamente nelle tabelle di cui ai paragrafi 4.1.2.1 e 4.1.2.2. In esso sono riportati solo i metadati specifici per i servizi, mentre per quelli comuni ai dati si rimanda al dizionario riportato al paragrafo 4.2.2, avendo cura di sostituire i riferimenti ai dati con i riferimenti ai servizi.

classe Nome Rif. ISO Descrizione Tipo di dato Dominio Liv. obblig. Max
Informazioni sui metadati
Livello gerarchico Nome livello MD_Metadata/hierarchyLevelName Nome del livello gerarchico per il quale sono forniti i metadati. CharacterString Testo libero M N
Identificazione dei servizi Informazioni di base utili per identificare i servizi M 1
Tipo di servizio identificationInfo/*/serviceType Nome del tipo di servizio da un registro di servizi.

GenericName Lista ServiceType fornita al § 3.4.5.1 M 1
Tipo di aggancio identificationInfo/*/couplingType Tipo di aggancio tra il servizio e i dati associati (se esistono). classe CodeList SV_CouplingType M 1
Risorsa accoppiata identificationInfo/*/operatesOn/*/identifier Riferimento (identificatore) univoco del set di dati agganciati dal servizio CharacterString Testo libero O N
Operazioni identificationInfo/*/containsOperations Informazioni sulle operazioni che compongono il servizio. M N
Nome operazione identificationInfo/*/operationName Identificativo univoco per l’interfaccia. CharacterString Testo libero M 1
DCP identificationInfo/*/DCP “Distributed Computing Platform” sulla quale il servizio è stato implementato classe CodeList DCPList M N
Punto di connessione identificationInfo/*/connectPoint Riferimento per l’accesso all’interfaccia del servizio classe

URL (IETF RFC1738 IETF RFC2056) M N
Nome richiesta identificationInfo/*/invocationName Nome utilizzato per richiamare l’interfaccia nel contesto del DCP. Il nome è identico per tutti i DCP. CharacterString Testo libero O 1
Distribuzione Informazioni su come utilizzare la risorsa M 1
Risorsa on line Informazioni sui mezzi tecnici e i supporti con cui si ottiene una risorsa dal distributore M N
URL 17.273.277.397 (ISO 19115) Indirizzo per l’accesso online espresso secondo lo schema Uniform Resource Locator (URL). classe URL (IETF RFC1738 IETF RFC2056) M 1
Descrizione 17.273.277.401 (ISO 19115) Testo per descrivere che cosa è/fa la risorsa online CharacterString Testo libero O 1
Funzione 17.273.277.402 (ISO 19115) Codice per la funzione svolta dalla risorsa online. classe CodeList CI_OnLineFunctionCode O 1
Sistema di riferimento C / da documentare solo nel caso di servizi di dati territoriali interoperabili.
Sistema di riferimento spaziale 13.187.207 (ISO 19115) Sistema di riferimento dei dati classe CodeList MD_ReferenceSy-stemCode M 1
Qualità classe di informazioni sulla qualità dei dati M 1
Livello di qualità Descrizione del livello Altro 18.79.141.149.155 (ISO 19115) Descrizione del livello cui sono applicate le informazioni di qualità CharacterString Testo libero M 1
Metadati servizi di dati invocabili C / obbligatorio per servizi di dati territoriali invocabili 1
Categoria gmd:report/gmd:DQ_DomainConsistency/gmd:result/gmd:DQ_ConformanceResult Indicazione del riferimento dello statuto del servizio di dati territoriali rispetto alla richiamabilità. classe CodeList “Categorie dei servizi di dati territoriali M 1
Metadati servizi di dati interoperabili C / obbligatorio per servizi di dati territoriali interoperabili N
Qualità del servizio Criteri gmd:DQ_ConceptualConsistency/gmd:nameOfMeasure Criteri cui si riferiscono le misure della qualità del servizio. CharacterString CodeList Criteri M 1
Misurazione – Descrizione gmd:DQ_ConceptualConsistency/gmd:measureDescription Descrizione della misurazione per ciascun criterio. CharacterString Testo libero M 1
Misurazione – Valore gmd:DQ_ConceptualConsistency/gmd:result/gmd:DQ_QuantitativeResult/gmd:value Valore della misurazione per ciascun criterio. Classe Record M 1
Misurazione – Unità

gmd:DQ_ConceptualConsistency/gmd:result/gmd:DQ_QuantitativeResult/gmd:valueUnit Unità della misurazione per ciascun criterio. Classe UnitOfMeasure Si veda ISO/TS 19103 M 1
Metadati servizi di dati armonizzati C / obbligatorio per servizi di dati territoriali armonizzati
Metadati di richiamata srv:containsOperations/srv:SV_OperationMetadata/ Documentano le interfacce di servizio di dati territoriali armonizzato e elenca i punti finali per consentire la comunicazione macchina/macchina. M 1

4.2.5 Elenchi di codici ed enumerazioni per i servizi

Di seguito sono riportate gli elenchi di codici che rappresentano il dominio di alcuni metadati come riportato nel dizionario al paragrafo 4.2.4.

4.2.5.1 Elenco di codici Categorie dei servizi di dati territoriali
Nome Nome linguisticamente neutro
1. Richiamabile invocable
2. Interoperabile interoperable
3. Armonizzato harmonized
4.2.5.2 Elenco di codici CI_OnLineFunctionCode
Nome Elemento corrispondente ISO19115:2003 Definizione
1. CI_OnLineFunctionCode CI_OnLineFunctionCode Funzione effettuata dalla risorsa.
2. Scaricamento download Istruzioni online per il trasferimento di dati da un dispositivo o sistema di archiviazione a un altro.
3. Informazione information Informazioni online sulla risorsa
4. Accesso offline offlineAccess Istruzioni online per richiedere la risorsa dal fornitore.
5. Ordine order Processo di ordinazione online per ottenere la risorsa.
6. Ricerca search Interfaccia di ricerca online per cercare informazioni sulla risorsa
4.2.5.3 Elenco di codici Criteri
Nome Nome linguisticamente neutro Definizione
1. Disponibilità availability Probabilità che il servizio sia disponibile
2. Prestazione performance Livello minimo a partire dal quale si ritiene che un obiettivo sia stato conseguito in funzione della rapidità con la quale una richiesta può essere seguita nell’ambito di un servizio.
3. Capacità capacity Numero massimo di richieste di servizio simultanee soddisfatte con una prestazione garantita.
Note
4.2.5.4 Elenco di codici DCPList
Nome
1. DCPList
2. XML
3. CORBA
4. JAVA
5. COM
6. SQL
7. WebServices
4.2.5.5 Elenco di codici ServiceType
Nome Name Descrizione
1. ServiceType ServiceType
2. Servizio di ricerca Discovery Service Servizi che consentono di ricercare i set di dati territoriali e i servizi ad essi relativi in base al contenuto dei metadati corrispondenti e di visualizzare il contenuto dei metadati (art. 11, comma 1, lettera a) direttiva INSPIRE)
3. Servizio di consultazione View Service Servizi che rendono possibile eseguire almeno le seguenti operazioni: visualizzazione, navigazione, variazione della scala di visualizzazione (zoom in e zoom out), variazione della porzione di territorio inquadrata (pan), sovrapposizione dei set di dati territoriali consultabili e visualizzazione delle informazioni contenute nelle legende e qualsivoglia contenuto pertinente dei metadati (art. 11, comma 1, lettera b) direttiva INSPIRE)
4. Servizio di scaricamento Download Service Servizi che consentono di scaricare copie di set di dati territoriali o di una parte di essi e, ove fattibile, di accedervi direttamente (art. 11, comma 1, lettera c) direttiva INSPIRE)
5. Servizio di conversione Transformation Service Servizi che consentono di trasformare i set di dati territoriali, onde conseguire l'interoperabilità (art. 11, comma 1, lettera d) direttiva INSPIRE)
6. Altri servizi Other services Altri tipi di servizi non riportati nell’elenco
Note
4.2.5.6 Elenco di codici SV_CouplingType
Nome Elemento corrispondente ISO19119:2006 Definizione
1. SV_CouplingType SV_CouplingType classe di informazione alla quale si applica l’entità di riferimento
2. svincolato loose Il servizio è sganciato dai dati, ovvero non strettamente legato ad un tipo di dato.

3. misto mixed Il servizio è agganciato ad alcuni dati ma può operare anche con altri dati.
4. Vincolato Tight Il servizio è strettamente agganciato a un tipo di dato.

4.2.6 Dizionario dei metadati relativi alle nuove acquisizioni di dati

Di seguito il dizionario dei metadati relativi alle nuove acquisizioni riportati sinteticamente nella tabella di cui al paragrafo 4.1.3. Anche in questo caso, in esso sono riportati solo i metadati specifici per le nuove acquisizioni, mentre per quelli comuni ai dati già disponibili si rimanda al dizionario riportato al paragrafo 4.2.2.

Nome Descrizione Tipo di dato Dominio Liv. obblig. Max
classe
Identificazione dei dati Informazioni di base utili per identificare la risorsa cui vengono applicati i metadati M 1
Data di presunta disponibilità Data probabile di disponibilità dei dati Classe ISO 8601 M 1
Status Fase di programmazione/realizzazione Classe CodeList MD_ProgressCode M 1
Limite amministrativo Area geografica interessata dai dati CharacterString Testo libero M 1

4.2.7 Elenchi di codici per le nuove acquisizioni

Di seguito sono riportate le liste dei valori che rappresentano il dominio di alcuni metadati come riportato nel dizionario al paragrafo 4.2.6.

4.2.7.1 Elenco di codici MD_ProgressCode
Nome Elemento corrispondente ISO19115:2003 Definizione
1. MD_ProgressCode MD_ProgressCode Stato del dataset o avanzamento di una revisione
2. Completato completed La produzione dei dati è stata completata.
3. Archivio storico historicalArchive I dati sono stati archiviati in una struttura di archiviazione offline
4. Obsoleto obsolete I dati non sono più pertinenti.
5.

In corso onGoing I dati vengono continuamente aggiornati.
6. Pianificato planned È stata fissata una data entro la quale i dati verranno creati o aggiornati.
7.

Richiesto required I dati devono essere prodotti o aggiornati.
8. In fase di sviluppo underDevelopment I dati sono attualmente in fase di creazione.

4.2.8 Corrispondenze

4.2.8.1 Metadati RepertorioMetadati INSPIRE

Nella tabella seguente è riportata la corrispondenza tra i metadati per dati e servizi definiti nel presente documento e quelli riportati nei Regolamenti [INSPIRE-MD-REG] e [INSPIRE-SDSS-REG].

I metadati definiti nel presente documento sono identificati dal numero del paragrafo e dal numero del singolo elemento nella tabella (es. 4.1.1.1-1 per indicare il metadato n. 1 nella tabella presente nel paragrafo 4.1.1.1) oltre che dal nome del metadato stesso come riportati nelle relative tabelle nei paragrafi 4.1.1 e 4.1.2.

I metadati INSPIRE sono riportati:

  • con il numero e il nome indicati nella parte B dell’allegato al Regolamento [INSPIRE-MD-REG] (es. B-10.3 per indicare il metadato riportato al n. 10.3 nella parte B dell’allegato);
  • con il numero e il nome indicati all’art. 13 del Regolamento [INSPIRE-SDSS-REG] (es. art.13-1 per indicare il metadato riportato al n. 1 dell’art. 13);
  • con il numero e il nome indicati nella parte B degli allegati V, VI e VII del Regolamento [INSPIRE-SDSS-REG] (es. V-B.1 per indicare il metadato riportato al n. 1 della parte B dell’allegato V);
  • con il nome (in inglese) indicato nel paragrafo 8.3 delle specifiche di dati (data specifications) per i metadati specifici per alcune categorie di dati (in questo caso è indicato il riferimento a dette specifiche con DS-8.3).

Metadati Repertorio Metadati INSPIRE
Informazioni sui metadati
4.1.1.1-1/4.1.2.1-1 Identificatore del file -
4.1.1.1-2/4.1.2.1-2 Lingua dei metadati B-10.3 Lingua dei metadati
4.1.1.1-3/4.1.2.1-3 Set dei caratteri dei metadati -
4.1.1.1-4/4.1.2.1-4 Id file precedente -
4.1.1.1-5/4.1.2.1-5 Livello gerarchico B-1.3 Tipo di risorsa
4.1.1.1-6/4.1.2.1-6 Responsabile dei metadati B-10.1 Punto di contatto dei metadati
4.1.1.1-7/4.1.2.1-7 Data dei metadati B-10.2 Data dei metadati
4.1.1.1-8/4.1.2.1-8 Nome dello Standard -
4.1.1.1-9/4.1.2.1-9 Versione dello Standard -
Identificazione dei dati
4.1.1.1-10/4.1.2.1-10 Titolo B-1.1 Titolo della risorsa
4.1.1.1-11.1/4.1.2.1-11.1 4.1.1.1-11.2/4.1.2.1-11.2 Data

Tipo data
B-5.2 B-5.3 B-5.4 Data di pubblicazione Data dell’ultima revisione Data di creazione
4.1.1.1-12 Formato di presentazione -
4.1.1.1-13/4.1.2.1-12 Responsabile -
4.1.1.1-14/4.1.2.1-13 Identificatore B-1.5 Identificatore univoco della risorsa
4.1.1.1-15 Id livello superiore -
4.1.1.1-16 Altri dettagli -
4.1.1.1-17/4.1.2.1-14 Descrizione B-1.2 Breve descrizione della risorsa
4.1.1.1-18.1/4.1.2.1-15.1 Parola chiave B-3.1 Valore della parola chiave
4.1.1.1-18.2/4.1.2.1-15.2 Thesaurus B-3.2 Vocabolario controllato di origine
4.1.1.1-19/4.1.2.1-16 Punto di contatto B-9.1 B-9.2 Parte responsabile Ruolo della parte responsabile
4.1.1.1-20 Tipo di rappresentazione spaziale art.13-6 Tipo di rappresentazione territoriale
4.1.1.1-21 Risoluzione spaziale B-6.2 Risoluzione spaziale
4.1.1.1-22 Lingua B-1.7 Lingua della risorsa
4.1.1.1-23 Set di caratteri art.13-5 Codifica dei caratteri
4.1.1.1-24 Categoria tematica B-2.1 Categoria di argomento
4.1.1.1-25 Informazioni supplementari DS-8.3 Supplemental information
Vincoli sui dati
4.1.1.1-26/4.1.2.1-22 Limitazione d’uso -
4.1.1.1-27/4.1.2.1-23 Vincoli di accesso B-8.1 B-8.2 Condizioni applicabili all’accesso e all’uso Vincoli per l’accesso pubblico
4.1.1.1-28/4.1.2.1-24 Vincoli di fruibilità B-8.1 Condizioni applicabili all’accesso e all’uso
4.1.1.1-29/4.1.2.1-25 Altri vincoli B-8.1 B-8.2 Condizioni applicabili all’accesso e all’uso Vincoli per l’accesso pubblico
Estensione dei dati
4.1.1.1-30/4.1.2.1-27 Localizzazione geografica B-4.1 Riquadro di delimitazione geografica
4.1.1.1-31 Estensione verticale DS-8.3 Extent
4.1.1.1-32/4.1.2.1-28 Estensione temporale B-5.1 Estensione temporale
Qualità dei dati
4.1.1.1-33/4.1.2.1-29 Livello di qualità -
4.1.1.1-34 Accuratezza posizionale DS-8.3 Data quality – Quantitative results
4.1.1.1-35 Coerenza topologica art.13-4 Coerenza topologica
4.1.1.1-36 Genealogia B-6.1 Genealogia
4.1.1.1-37/4.1.2.1-30 Conformità: specifiche B-7.1 Specifica
4.1.1.1-38/4.1.2.1-31 Conformità: grado B-7.2 Grado
Sistema di riferimento
4.1.1.1-39 Sistema di riferimento spaziale art.13-1 Sistema di riferimento di coordinate
4.1.1.1-40 Sistema di riferimento temporale art.13-2 Sistema di riferimento temporale
Distribuzione dei dati
4.1.1.1-41 Formato di distribuzione

art.13-3 Codifica
4.1.1.1-42 Distributore -
4.1.1.1-43/4.1.2.1-21 Risorsa on line B-1.4 Localizzatore della risorsa
Gestione dei dati
4.1.1.1-44 Frequenza di aggiornamento DS-8.3 Maintenance information
Contenuto dei dati raster
4.1.1.2-1 Descrizione degli attributi DS-8.3 Image description
4.1.1.2-2 Tipo di contenuto DS-8.3 Image description
4.1.1.2-3 Risoluzione radiometrica -
4.1.1.2-4 Triangolazione aerea -
Rappresentazione spaziale dei dati
4.1.1.2-5 Numero di dimensioni DS-8.3 Spatial representation information
4.1.1.2-6 Proprietà dimensioni DS-8.3 Spatial representation information
4.1.1.2-7 Geometria della cella

DS-8.3 Spatial representation information
4.1.1.2-8 Disponibilità coefficienti della trasformazione

DS-8.3 Spatial representation information
Rappresentazione spaziale dei dati raster georeferenziati
4.1.1.2-9 Disponibilità dei check-points DS-8.3 Spatial representation information
4.1.1.2-10 Descrizione check-points DS-8.3 Spatial representation information
4.1.1.2-11 Punto del pixel DS-8.3 Spatial representation information
4.1.1.2-12 Coordinate dei vertici DS-8.3 Spatial representation information
Rappresentazione spaziale dei dati raster georeferenziabili
4.1.1.2-13 Disponibilità dei punti di controllo DS-8.3 Spatial representation information
4.1.1.2-14 Disponibilità dei parametri di orientamento DS-8.3 Spatial representation information
4.1.1.2-15 Parametri per la georeferenziazione

DS-8.3 Spatial representation information
Informazioni specifiche sui servizi
4.1.2.1-17 Tipo di servizio B-2.2 Tipo di servizio di dati territoriali
4.1.2.1-18 Tipo di aggancio -
4.1.2.1-19 Risorsa accoppiata B-1.6 Risorsa accoppiata
4.1.2.1-20 Operazioni -
Servizi di dati territoriali invocabili
4.1.2.2-1 Categoria V-B.1 Categoria
Servizi di dati territoriali interoperabili
4.1.2.2-2 Qualità del servizio – Criteri VI-B.4.1 Qualità del servizio - Criteri
4.1.2.2-3 Qualità del servizio - Misurazione VI-B.4.2 Qualità del servizio – Misurazione
Servizi di dati territoriali armonizzati
4.1.2.2-4 metadati di richiamata VII-B.3 metadati di richiamata
4.2.8.2 MD_ReferenceSystemCode – Codici EPSG

Nella tabella seguente sono riportate le corrispondenze tra i sistemi di riferimento della lista MD_ReferenceSystemCode (paragrafo 4.2.3.11), i codici EPSG (ove applicabili) e il relativo URI.

Nome Repertorio Codice EPSG URI
1. MD_ReferenceSystemCode
2. ETRS89-XYZ 4936 http://www.opengis.net/def/crs/EPSG/0/4936
3. ETRS89-GRS80h 4937 http://www.opengis.net/def/crs/EPSG/0/4937
4. ETRS89-GRS80 4258 http://www.opengis.net/def/crs/EPSG/0/4258
5. ETRS89-LAEA 3035 http://www.opengis.net/def/crs/EPSG/0/3035
6. ETRS89-LCC 3034 http://www.opengis.net/def/crs/EPSG/0/3034
7. ETRS89-UTM32N 25832 http://www.opengis.net/def/crs/EPSG/0/25832
8. ETRS89-UTM33N 25833 http://www.opengis.net/def/crs/EPSG/0/25833
9. ETRS89-UTM34N 25834 http://www.opengis.net/def/crs/EPSG/0/25834
10. RDN2008-6704 6704 http://www.opengis.net/def/crs/EPSG/0/6704
11. RDN2008-6705 6705 http://www.opengis.net/def/crs/EPSG/0/6705
12. RDN2008-6706 6706 http://www.opengis.net/def/crs/EPSG/0/6706
13. RDN2008-TM32NE 6707 http://www.opengis.net/def/crs/EPSG/0/6707
14. RDN2008-TM32EN 7791 http://www.opengis.net/def/crs/EPSG/9.6.1/7791
15. RDN2008-TM33NE 6708 http://www.opengis.net/def/crs/EPSG/0/6708
16. RDN2008-TM33EN 7792 http://www.opengis.net/def/crs/EPSG/9.6.1/7792
17. RDN2008-TM34NE 6709 http://www.opengis.net/def/crs/EPSG/0/6709
18. RDN2008-TM34EN 7793 http://www.opengis.net/def/crs/EPSG/9.6.1/7793
19. RDN2008-ItalyNE 6875 http://www.opengis.net/def/crs/EPSG/0/6875
20. RDN2008-ItalyEN 7794 http://www.opengis.net/def/crs/EPSG/9.6.1/7794
21. RDN2008-12NE 6876 http://www.opengis.net/def/crs/EPSG/0/6876
22. RDN2008-12EN 7795 http://www.opengis.net/def/crs/EPSG/9.6.1/7795
23. ED50 4230 http://www.opengis.net/def/crs/EPSG/0/4230
24. ED50-UTM32N 23032 http://www.opengis.net/def/crs/EPSG/0/23032
25. ED50-UTM33N 23033 http://www.opengis.net/def/crs/EPSG/0/23033
26. ED50-UTM34N 23034 http://www.opengis.net/def/crs/EPSG/0/23034
27. Monte-Mario-Rome 4806 http://www.opengis.net/def/crs/EPSG/0/4806
28. Monte-Mario 4265 http://www.opengis.net/def/crs/EPSG/0/4265
29. Monte-Mario-Italy1 3003 http://www.opengis.net/def/crs/EPSG/0/3003
30. Monte-Mario-Italy2 3004 http://www.opengis.net/def/crs/EPSG/0/3004
31. EVRS 5730 http://www.opengis.net/def/crs/EPSG/0/5730
32. LAT 5861 http://www.opengis.net/def/crs/EPSG/0/5861
33. MSL 5715 http://www.opengis.net/def/crs/EPSG/0/5715
34. ISA - http://codes.wmo.int/grib2/codeflag/4.2/_0-3-3
35. ETRS89-XYZ 7409 http://www.opengis.net/def/crs/EPSG/0/7409

4.3 Accesso, modalità di comunicazione e alimentazione del Repertorio

4.3.1 Accesso e consultazione del Repertorio

La consultazione del Repertorio avviene tramite l’accesso al portale https://geodati.gov.it.

Le informazioni, in termini di metadati, relative ai dati territoriali e ai servizi di cui sono titolari le Pubbliche Amministrazioni sono liberamente consultabili sul Repertorio, anche da parte dei privati, come previsto al paragrafo 3.6 delle presenti linee guida, attraverso le funzionalità di ricerca disponibili nel predetto portale.

La consultazione può avvenire anche attraverso le operazioni e le interrogazioni possibili con il servizio di catalogo CSW e il servizio REST che il Repertorio rende disponibili.

4.3.2 Accreditamento delle Amministrazioni Pubbliche

Per essere abilitate alla alimentazione del Repertorio e per accedere all’area riservata del portale, le amministrazioni DEVONO preventivamente accreditarsi all’Indice dei domicili digitali delle pubbliche amministrazioni e dei gestori di pubblici servizi (IPA) secondo le regole definite in [LG-IPAGPS].

Una volta presenti in IPA, le amministrazioni possono avviare la procedura di accreditamento al Repertorio secondo le indicazioni fornite nelle relative guide operative, pubblicate sul sito innanzi indicato.

L’accreditamento al Repertorio consente alle amministrazioni di accedere all’area riservata per l’utilizzo dei servizi e delle funzionalità ivi disponibili.

4.3.3 Alimentazione del Repertorio

4.3.3.1 XML e schemi XSD

L’alimentazione e l’aggiornamento del Repertorio utilizzano il formato XML.

Le regole di codifica XML utilizzate fanno riferimento allo Standard [ISO-19139] e alle Specifiche [CSW2-ISO-AP].

4.3.3.2 Trasmissione dei file XML

La trasmissione, al Repertorio, dei file XML, contenenti i metadati relativi ai dati territoriali e ai servizi, prodotti dalle Pubbliche Amministrazioni in conformità agli schemi XSD di cui al paragrafo precedente e alle regole del presente documento, avviene attraverso i servizi di catalogo basati sullo standard [CSW2-ISO-AP].

Le Amministrazioni Pubbliche che non dispongono di propri servizi di catalogo POSSONO avvalersi delle funzioni di utility (editor, caricamento, validazione) rese disponibili dal Repertorio, per la compilazione e/o la trasmissione dei file. Tali funzionalità riguardano:

  • editor, strumento per l’acquisizione e l’aggiornamento dei metadati attraverso la compilazione di “form” guidate e conformi al modello di metadati del Repertorio. L’editor crea automaticamente un file XML conforme agli schemi XSD di cui al paragrafo 4.3.3.1;
  • validazione, funzione che verifica la conformità dei file XML agli schemi XSD e alle regole del Repertorio definite dalle presenti linee guida e dalle relative guide operative;
  • caricamento, funzione che permette di trasmettere all’Agenzia per l’Italia Digitale, per la successiva pubblicazione nel Repertorio, i file XML di metadati, previa verifica di conformità agli schemi XSD e alle indicazioni contenute in questo documento e nelle guide operative. Il caricamento dei file XML può avvenire anche previa registrazione di una cartella contenente i file, disponibile sul web, che viene assimilata a un servizio di catalogo.

4.3.3.3 Operazioni sui metadati

Le operazioni possibili per i metadati sono le seguenti:

  • inserimento: si chiede di inserire nel Repertorio, per la prima volta, un set di metadati, strutturato secondo quanto riportato nel presente allegato, che descrive una certa risorsa informativa;
  • aggiornamento: si chiede di effettuare una modifica/aggiornamento di un set di metadati, relativo ad uno o più determinati livelli gerarchici di una risorsa, già pubblicato nel Repertorio;
  • cancellazione: si chiede la rimozione di un set di metadati, relativo ad uno o più determinati livelli gerarchici di una risorsa, già pubblicato nel Repertorio.

4.3.4 Integrazione del Repertorio con INSPIRE

Il Repertorio, in quanto punto di accesso nazionale per i metadati, provvede a rendere disponibili i metadati al geoportale INSPIRE secondo le modalità individuate per l’applicazione della direttiva INSPIRE.

La raccolta dei dati del Repertorio da parte del geoportale INSPIRE PUÒ avvenire attraverso l’impostazione di uno specifico filtro per poter selezionare ed esporre nel predetto geoportale solo i dati e i servizi prodotti ai fini INSPIRE.

Anche ai fini delle operazioni di monitoraggio di cui a [INSPIRE-MR-DEC], l’amministrazione titolare DEVE indicare l’ambito di applicazione della risorsa documentata, secondo le indicazioni fornite nelle guide operative.

A. Elenco dei dati territoriali di interesse generale

Introduzione

Nelle tabelle che seguono sono elencati i dati di interesse generale (di cui all’articolo 59, comma 3, del [CAD]), con le relative definizioni, che le Amministrazioni titolari sono tenute a documentare nel Repertorio Nazionale dei Dati Territoriali secondo le regole tecniche definite nelle linee guida.

Per ciascuna tipologia sono indicati anche i temi INSPIRE e le categorie di argomento [ISO-19115] associati.

Note

L’elenco è organizzato in paragrafi con riferimento al cluster tematico di appartenenza definito nell’ambito di INSPIRE come raggruppamento dei temi di cui agli allegati della direttiva INSPIRE. Il primo paragrafo riporta i dati territoriali che fanno riferimento a più cluster tematici, mentre ciascun paragrafo successivo riporta i dati territoriali relativi ad uno specifico cluster tematico.

L’elenco dei dati territoriali è pubblicato nel relativo registro disponibile nel Sistema di Registri INSPIRE Italia al seguente URL: https://registry.geodati.gov.it/rndt-all1.

Glossario dei campi delle tabelle

A.1 Dati di interesse generale afferenti a molteplici cluster tematici INSPIRE

ID Dati di interesse generale Tema INSPIRE Cluster tematico Categoria ISO
Etichetta Definizione
10 Aree percorse da incendio sottoposte a vincolo Rappresentazione delle aree percorse da incendio con riferimento alla L. 353/ 2000 (catasto incendi)
  • Zone a rischio naturale
  • Zone sottoposte a gestione/limitazioni/regolamentazione e unità con obbligo di comunicare dati
  • Biodiversità e Aree sottoposte a gestione
  • Scienze della Terra
  • Informazioni geoscientifiche
  • Pianificazione/Catasto
21 Carta tecnica regionale numerica Carta topografica di dettaglio basata su archivi di coordinate che descrivono la geometria degli oggetti cartografati e di codifiche che ne individuano la tipologia. Rappresenta, assieme ai Database Geotopografici conformi al Decreto 10/11/2011, la cartografia di base ufficiale alla grande scala la cui competenza è in capo alle Regioni e alle Province Autonome secondo le rispettive leggi.
  • Edifici
  • Idrografia
  • Reti di trasporto
  • Servizi di pubblica utilità e servizi amministrativi
  • Unità amministrative
  • Dati di base topografici e catastali
  • Impianti e Servizi di pubblica utilità
  • Acque interne
  • Confini
  • Servizi di pubblica utilità/Comunicazione
  • Struttura
  • Trasporti
22 Carte corografiche – IGM Rappresentazioni di regioni e/o di territori estesi a scale comprese tra 1:100 000 a 1:1.500.000. Es. la “Carta d’Italia” è la carta corografica prodotta dall’IGM alla scala 1:250.000, La Carta “Il Mondo 1404” serie 500, La carta “Serie 1000DB - Il Mondo 1301-1
  • Edifici
  • Idrografia
  • Reti di trasporto
  • Servizi di pubblica utilità e servizi amministrativi
  • Unità amministrative
  • Dati di base topografici e catastali
  • Impianti e Servizi di pubblica utilità
  • Acque interne
  • Confini
  • Servizi di pubblica utilità/Comunicazione
  • Struttura
  • Trasporti
29 Carte topografiche - IGM Rappresentazione del territorio realizzata dall’IGM che costituisce la cartografia ufficiale italiana alla scala 1:25.000 e alle scale 1:50.000 e 1:100.000
  • Edifici
  • Idrografia
  • Reti di trasporto
  • Servizi di pubblica utilità e servizi amministrativi
  • Unità amministrative
  • Dati di base topografici e catastali
  • Impianti e Servizi di pubblica utilità
  • Acque interne
  • Confini
  • Servizi di pubblica utilità/Comunicazione
  • Struttura
  • Trasporti
30 Cartografie e archivi geografici storici Riproduzione in formato digitale di carte e stampe antiche. Comprendono piante di città, carte degli stati preunitari, tavole di atlanti, carte geologiche e geotematiche, carte minerarie, carte generali dell'Italia.
  • Copertura del suolo
  • Edifici
  • Geologia
  • Idrografia
  • Indirizzi
  • Orto immagini
  • Reti di trasporto
  • Servizi di pubblica utilità e servizi amministrativi
  • Unità amministrative
  • Unità statistiche
  • Copertura del suolo e Utilizzo del territorio
  • Dati di base topografici e catastali
  • Elevazione, Orto immagini, Sistemi di Riferimento, Griglie geografiche
  • Impianti e Servizi di pubblica utilità
  • Scienze della Terra
  • Statistica
  • Acque interne
  • Cartografia di base per immagini/Copertura terrestre
  • Confini
  • Informazioni geoscientifiche
  • Localizzazione
  • Servizi di pubblica utilità/Comunicazione
  • Struttura
  • Trasporti
37 Data Base topografici a grande e grandissima scala Database realizzati secondo le specifiche di cui al decreto 10/11/2011 relativo ai database geotopografici. Gli strati informativi trattati sono: informazioni geodetiche, fotogrammetriche e metainformazione; viabilità, mobilità e trasporti; immobili ed antropizzazioni; gestione viabilità e indirizzi; idrografia; orografia; vegetazione; reti tecnologiche; località significative e scritte cartografiche; ambiti amministrativi; aree di pertinenza.
  • Copertura del suolo
  • Edifici
  • Idrografia
  • Indirizzi
  • Nomi geografici
  • Reti di trasporto
  • Servizi di pubblica utilità e servizi amministrativi
  • Unità amministrative
  • Unità statistiche
  • Copertura del suolo e Utilizzo del territorio
  • Dati di base topografici e catastali
  • Impianti e Servizi di pubblica utilità
  • Statistica
  • Acque interne
  • Cartografia di base per immagini/Copertura terrestre
  • Confini
  • Localizzazione
  • Servizi di pubblica utilità/Comunicazione
  • Struttura
  • Trasporti
38 Data Base topografici a media scala (1:25.000 – 1:50.000) Database cartografici realizzati su specifiche IGM derivate dalle regole tecniche di cui al decreto 10/11/2011 relativo ai database geotopografici. Gli strati informativi tipicamente trattati sono: nomi geografici, copertura del suolo, trasporti, idrografia, limiti amministrativi e naturali, elementi edificati, vegetazione, elementi geomorfologici, industrie, servizi, elementi altimetrici, omogenei per tematismo, che descrivono i particolari geografici con i corrispondenti attributi.
  • Copertura del suolo
  • Edifici
  • Idrografia
  • Nomi geografici
  • Reti di trasporto
  • Servizi di pubblica utilità e servizi amministrativi
  • Unità amministrative
  • Copertura del suolo e Utilizzo del territorio
  • Dati di base topografici e catastali
  • Impianti e Servizi di pubblica utilità
  • Acque interne
  • Cartografia di base per immagini/Copertura terrestre
  • Confini
  • Localizzazione
  • Servizi dCopertura del suoloi pubblica utilità/Comunicazione
  • Struttura
  • Trasporti
46 Erosione costiera Delimitazione di aree a rischio di mareggiata e di progressiva rimozione del materiale da una costa mediante l'azione del mare.
  • Regioni marine
  • Zone a rischio naturale
  • Mare e Atmosfera
  • Scienze della Terra
  • Informazioni geoscientifiche
  • Oceani
48 Frame campionamento griglie Frame per selezione di campioni di punti da sottoporre ad indagine campionaria o per la produzione di informazioni statistiche territoriali
  • Sistemi di griglie geografiche
  • Unità statistiche
  • Elevazione, Orto immagini, Sistemi di Riferimento, Griglie geografiche
  • Statistica
  • Confini
50 Ghiacciai Rappresentazione della superficie dei ghiacciai, depositi di ghiaccio che si formano in alta montagna o alle alte latitudini, per accumulo e successiva ricristallizzazione della neve.
  • Copertura del suolo
  • Geologia
  • Copertura del suolo e Utilizzo del territorio
  • Scienze della Terra
  • Cartografia di base per immagini/Copertura terrestre
  • Informazioni geoscientifiche
86 Zone di pianificazione per rischio vulcanico Delimitazione di aree a rischio vulcanico, nell’ambito della Pianificazione Nazionale di Emergenza.
  • Zone a rischio naturale
  • Zone sottoposte a gestione/limitazioni/regolamentazione e unità con obbligo di comunicare dati
  • Biodiversità e Aree sottoposte a gestione
  • Scienze della Terra
  • Informazioni geoscientifiche
  • Pianificazione/Catasto
95 Sorgenti Emergenze naturali dell’acqua, di portata rilevante, che affiora in superficie.
  • Geologia
  • Idrografia
  • Dati di base topografici e catastali
  • Scienze della Terra
  • Acque interne
  • Informazioni geoscientifiche
98 Stazioni, reti e dati di monitoraggio e rilevazione ambientale Stazioni, reti e relativi archivi di osservazioni attraverso cui si misurano, qualitativamente o quantitativamente, la presenza, l'effetto o il livello degli inquinanti presenti nell'aria o nell'acqua, del rumore, delle radiazioni, della subsidenza o i cambiamenti della vegetazione.
  • Distribuzione delle specie
  • Elementi geografici e meteorologici
  • Habitat e biotopi
  • Impianti di monitoraggio ambientale
  • Risorse energetiche
  • Zone a rischio naturale
  • Biodiversità e Aree sottoposte a gestione
  • Mare e Atmosfera
  • Monitoraggio e Osservazioni ambientali
  • Scienze della Terra
  • Biota
  • Climatologia/Meteorologia/Atmosfera
  • Economia
  • Informazioni geoscientifiche
  • Struttura
99 Stazioni idrometeorologiche, sensori, radar, punti di misurazione, ecc Localizzazione e archivi di misure delle stazioni idrometeorologiche, sensori, radar, punti di misurazione finalizzati alla misura delle condizioni fisiche dell’atmosfera.
  • Elementi geografici meteorologici
  • Impianti di monitoraggio ambientale
  • Mare e Atmosfera
  • Monitoraggio e Osservazioni ambientali
  • Climatologia/Meteorologia/Atmosfera
  • Struttura
121 Siti di bonifica di interesse nazionale Siti individuati ai sensi del D. Lgs. 152/2006 e s.m.i. in relazione alle caratteristiche del sito, alle quantità e pericolosità degli inquinanti presenti, al rilievo dell’impatto sull'ambiente circostante in termini di rischio sanitario ed ecologico, nonché di pregiudizio per i beni culturali ed ambientali; insistenza, attuale o passata, di attività di raffinerie, di impianti chimici integrati o di acciaierie; siti interessati da attività produttive ed estrattive di amianto.
  • Suolo
  • Zone sottoposte a gestione/limitazioni/regolamentazione e unità con obbligo di comunicare dati
  • Oceani
  • Biodiversità e Aree sottoposte a gestione
  • Scienze della Terra
  • Informazioni geoscientifiche
  • Pianificazione/Catasto

A.2 Dati di interesse generale afferenti al cluster tematico INSPIRE “Dati di base topografici e catastali”

ID Dati di interesse generale Tema INSPIRE Categoria ISO
Etichetta Definizione
2 Acque territoriali e linea di base Acque territoriali: ambito territoriale soggetto alla giurisdizione statale e che concorre insieme alle Regioni a comporre lo Stato. Linea di base: indica genericamente la linea dalla quale è misurata l’ampiezza delle acque territoriali (cfr DPR 816/77). Comprende le carte costiere alle diverse scale e le carte dei litorali.
  • Idrografia
  • Unità amministrative
  • Acque interne
  • Confini
6 Annali idrologici Pubblicazioni annuali che riportano misure e elaborazioni idrologiche relative al territorio di competenza degli Uffici Compartimentali del Servizio Idrografico e Mareografico Nazionale (SIMN) che avevano funzioni di raccolta, elaborazione e divulgazione dei dati idrometeorologici. Idrografia Acque interne
14 Bacino idrografico Territorio nel quale scorrono tutte le acque superficiali attraverso una serie di torrenti, fiumi ed eventualmente laghi per sfociare al mare in un'unica foce, a estuario o delta (D. Lgs. 152/2006 e s.m.i.) Idrografia Acque interne
35 Data Base degli strati prioritari Database realizzato secondo le specifiche Intesa Stato, Regioni, Enti Locali sui Sistemi Informativi Geografici (IntesaGIS). Composto dai livelli informativi Viabilità stradale, Viabilità ferroviaria, Idrografia, Ambiti amministrativi e Centri abitati.
  • Idrografia
  • Reti di trasporto
  • Unità amministrative
  • Acque interne
  • Confini
  • Trasporti
45 Edificato Corpo costruito che non presenta soluzioni di continuità, ha un’unica tipologia edilizia e può avere più categorie di destinazione d’uso e funzioni. Edifici Struttura
57 Impianti e strutture ricettive Localizzazione di strutture stabili o temporanee, atte alla ospitalità e/o alla somministrazione di vitto. Edifici Struttura
58 Impianti e strutture ricreative e sportive Localizzazione di strutture riservate alle attività ricreative e/o sportive. Edifici Struttura
59 Indirizzi e numeri civici Localizzazione degli accessi basati su identificatori di indirizzo, in genere nome della via e relativa codifica nello stradario comunale, numero civico, ed eventuale numero interno collegato, relativo all’accesso alle singole unità immobiliari. Indirizzi Localizzazione
60 Limiti amministrativi Confini territoriali entro i quali viene esercitata la giurisdizione relativa ad una data funzione amministrativa, individuati dalla Costituzione Italiana e dal D. Lgs. 267/2000: Stato, Regioni, Province, Comuni, Città metropolitane, Comunità Montane, Comunità Isolane e Unioni di Comuni ed eventuali unità di decentramento sub comunale (es. circoscrizioni e/o municipi). Unità amministrative Confini
61 Limiti ASL e distretti sanitari Delimitazione dell’ambito territoriale delle Aziende Sanitarie Locali e dei distretti sanitari. Unità amministrative Confini
62 Limiti Autorità di Bacino Distrettuali Ripartizione del territorio nazionale in bacini idrografici, classificati di rilievo nazionale, interregionale e regionale (D.lgs n. 152/2006 e s.m.i.)
  • Idrografia
  • Unità amministrative
  • Acque interne
  • Confini
63 Limiti Consorzi di bonifica Delimitazione dei Consorzi di Bonifica, istituiti con specifici provvedimenti regionali, secondo l’art.59 del R.D. 13 febbraio 1933 n 215. Unità amministrative Confini
73 Particelle catastali Porzione continua di terreno o fabbricato, individuata geometricamente, situata in un medesimo comune, appartenente ad uno stesso possessore e caratterizzata da una medesima destinazione d’uso con il relativo reddito. Parcelle catastali Pianificazione/Catasto
77 Toponimi Nomi propri geografici per identificare una localizzazione. Nomi geografici Localizzazione
81 Reti di trasporto Reti che consentono lo spostamento di persone e merci suddivise in reti di tipo stradale, ferroviaria, fluviale, aerea, marittima. In particolare comprende la rappresentazione geografica (grafo) con le relative infrastrutture. Reti di trasporto Trasporti
84 Reticolo idrografico L'insieme delle linee di impluvio e dei corsi d'acqua presenti all'interno di un bacino idrografico. Comprende sia i reticoli idrografici naturali che quelli artificiali. Idrografia Acque interne
96 Specchi d’acqua Lago naturale o artificiale di limitata estensione, tratto di mare chiuso, laguna Idrografia Acque interne
100 Stradari Elenco delle vie o delle piazze di una località con le relativa rappresentazione geografica. Indirizzi Localizzazione

A.3 Dati di interesse generale afferenti al cluster tematico INSPIRE “Mare e Atmosfera”

ID Dati di interesse generale Tema INSPIRE Categoria ISO
Etichetta Definizione
36 Data Base Oceanografico Condizioni fisiche (correnti, salinità, altezza delle onde, ecc.) degli oceani, dei mari e dei corpi idrici salmastri suddivisi in regioni e sottoregioni con caratteristiche comuni. Elementi geografici oceanografici Oceani
103 Unità fisiografiche Rappresentazione delle unità in cui i materiali costituenti il litorale presentano movimenti confinati all'interno dell'unità stessa o presentano scambi con l'esterno in misura non influenzata da quanto accade al restante litorale. Regioni marine Oceani
113 Dati Radar meteorologico Prodotti mosaicati sul territorio nazionale per il monitoraggio dei fenomeni atmosferici ottenuti attraverso proprie catene operative sulla base di dati grezzi provenienti dalla rete radar nazionale, dalla rete delle stazioni pluviometriche e termometriche oltre che da altri strumenti (es. dati satellitari, fulminazioni, etc). Elementi geografici oceanografici Climatologia/Meteorologia/Atmosfera
124 Zone di vigilanza meteo Ambiti territoriali nei quali sono definite le previsioni meteorologiche finalizzate all’allertamento Elementi geografici oceanografici Climatologia/Meteorologia/Atmosfera

A.4 Dati di interesse generale afferenti al cluster tematico INSPIRE “Elevazione, Orto immagini, Sistemi di Riferimento, Griglie geografiche”

ID Dati di interesse generale Tema INSPIRE Categoria ISO
Etichetta Definizione
5 Altri dati da telerilevamento Dati territoriali relativi alla superficie terrestre rilevati da piattaforma aerea, satellitare, o da tele sensori. Orto immagini Cartografia di base per immagini/Copertura terrestre
41 Dati orografici Rappresentazione dei rilievi di un territorio, sia quelli della superficie sia quelli sottomarini del tipo: Curve di livello e punti quotati, batimetria ecc. Elevazione Elevazione
51 Griglie di inquadramento Reticolo uniforme a maglie regolari utile per l’inquadramento cartografico. Sistemi di griglie geografiche
53 Immagini non ortorettificate Immagini non ortorettificate della superficie terrestre rilevate da piattaforma aerea, satellitare, o da telesensori. Orto immagini Cartografia di base per immagini/Copertura terrestre
66 Modelli digitali di elevazione Rappresentazione della morfologia del suolo in formato digitale. Comprendono rappresentazioni DEM (DTM, DSMe simili). Elevazione Elevazione
69 Ortofoto aeree Prodotto proveniente da procedure di ortorettifica di immagini telerilevate da piattaforma aerea. Orto immagini Cartografia di base per immagini/Copertura terrestre
70 Ortofoto satellitari Prodotto proveniente da procedure di ortorettifica di immagini telerilevate da piattaforma satellitare. Orto immagini Cartografia di base per immagini/Copertura terrestre
80 Reti geodetiche e monografie di elementi geodetici Reti di punti con coordinate note relative a un sistema di riferimento geodetico comune, utilizzati per il corretto dimensionamento ed orientamento del rilevamento topo – cartografico di un'estesa area terrestre, e relative monografie. Comprendono le reti statiche e dinamiche sia di inquadramento (es. rete IGM95, RDN) che di raffittimento (es. reti regionali). Sistemi di coordinate
91 Sistemi di coordinate Sistemi per riferire univocamente le informazioni territoriali nello spazio come un insieme di coordinate (x, y, z) e/o latitudine, longitudine e quota, basate su un datum geodetico planimetrico e altimetrico. Sistemi di coordinate

A.5 Dati di interesse generale afferenti al cluster tematico INSPIRE “Biodiversità e Aree sottoposte a gestione”

ID Dati di interesse generale Tema INSPIRE Categoria ISO
Etichetta Definizione
3 Altre aree vincolate o regolamentate Aree assoggettate a vincolo o regolamentazione in base a specifici provvedimenti normativi (ad es. Zone rosse). Zone sottoposte a gestione/limitazioni/regolamentazione e unità con obbligo di comunicare dati Pianificazione/Catasto
7 Archivio forestale Inventario di monografie relative a indagini realizzate per conoscere l’entità e la qualità delle risorse forestali. Distribuzione delle specie Biota
8 Aree e specie faunistiche Rappresentazioni della distribuzione delle specie animali sul territorio. Distribuzione delle specie Biota
9 Aree e Specie Vegetali Rappresentazioni della distribuzione delle specie vegetali sul territorio. Distribuzione delle specie Biota
15 Patrimonio culturale: beni culturali Cose immobili e mobili che presentano interesse artistico, storico, archeologico, etnoantropologico, archivistico e bibliografico e le altre cose individuate dalla legge o in base alla legge quali testimonianze aventi valore di civiltà. (cfr D. Lgs 22 gennaio 2004, n. 42, art. 2, comma 2 e s.m.i). Zone sottoposte a gestione/limitazioni/regolamentazione e unità con obbligo di comunicare dati Pianificazione/Catasto
33 Centri di rottamazione Localizzazione dei siti atti alla messa in sicurezza, la demolizione, il recupero dei materiali e la rottamazione. Zone sottoposte a gestione/limitazioni/regolamentazione e unità con obbligo di comunicare dati Pianificazione/Catasto
44 Aree di smaltimento e recupero dei rifiuti Aree adibite ad impianti di smaltimento e recupero dei rifiuti di varia natura. Zone sottoposte a gestione/limitazioni/regolamentazione e unità con obbligo di comunicare dati Pianificazione/Catasto
52 Habitat Rappresentazioni dei luoghi caratterizzati dalle condizioni ambientali necessarie per la vita degli animali o delle piante. Habitat e biotopi Biota
72 Parchi e Aree protette Delimitazione della superficie delle aree protette come classificate nella legge quadro 394/91. Sono compresi: parchi nazionali, parchi naturali regionali, riserve naturali (terrestri, fluviali, lacuali o marine) e tutte le aree protette classificate in base a leggi regionali. Siti protetti Ambiente
76 Repertorio naturalistico Banca dati delle specie, habitat e fitocenosi di interesse conservazionistico. Habitat e biotopi Biota
93 Siti di Importanza Comunitaria Siti individuati al fine di mantenere o ripristinare un tipo di habitat naturale o una specie ai sensi della Direttiva Habitat 92/43/CE. Siti protetti Ambiente
107 Vincolo idrogeologico Rappresentazione dell’area sottoposta a vincolo idrogeologico. R.D.L. 3267/23 e leggi forestali regionali. Zone sottoposte a gestione/limitazioni/regolamentazione e unità con obbligo di comunicare dati Pianificazione/Catasto
110 Zonizzazione acustica Rappresentazione dell’inquinamento acustico in riferimento al Piano. L. 447/95 e sue modifiche, leggi regionali. Direttiva 2002/49/CE (D.Lgs. n. 194/2005) Zone sottoposte a gestione/limitazioni/regolamentazione e unità con obbligo di comunicare dati Pianificazione/Catasto
111 Patrimonio culturale: beni paesaggistici Gli immobili e le aree indicati all'articolo 134 del D. Lgs 42/2004 e s.m.i., costituenti espressione dei valori storici, culturali, naturali, morfologici ed estetici del territorio, e gli altri beni individuati dalla legge o in base alla legge, inclusi centri e nuclei storici (cfr. D. Lgs. 22 gennaio 2004 n. 42, art. 2, comma 3). Siti protetti Zone sottoposte a gestione/limitazioni/regolamentazione e unità con obbligo di comunicare dati Ambiente Pianificazione/Catasto
114 Demanio marittimo Rappresentazione dei beni demaniali marittimi con le aree soggette a concessione demaniale e i limiti amministrativi degli Enti gestori (Comuni, Regioni, Autorità di Sistema Portuale, Capitanerie di Porto, Provveditorato Opere Pubbliche Veneto). La rappresentazione,  gestita attraverso il sistema informativo "SID il Portale del Mare", riguarda dati originali sulla consistenza dei beni demaniali marittimi (delimitazione della dividente demaniale, geometria delle superfici  occupate,  vincoli a terra e mare ed eventuali anomalie dominicali riportate in apposite “schede beni” censuarie) e sul loro stato d’uso, con apposite "schede concessioni" complete delle informazioni sui pagamenti effettuati a vario titolo (canoni, indennizzi, etc.). Zone sottoposte a gestione/limitazioni/regolamentazione e unità con obbligo di comunicare dati Pianificazione/Catasto
117 Geositi Siti per i quali è stato individuato un interesse geologico e geomorfologico per la loro conservazione; in casi particolari (GSSP) di interesse scientifico internazionale sancito da istituzioni scientifiche internazionali (IUGS, ISC). (DLgs. 42/2004 e leggi regionali) Siti protetti Ambiente
123 Zone di Protezione Speciale I territori più idonei in numero e in superficie alla conservazione delle specie nella zona geografica marittima e terrestre a cui si applica la Direttiva 2009/147/CE, cosiddetta Direttiva Uccelli, recepita in Italia con il DPR 357/1997, modificato e integrato dal DPR 120/2003. Siti protetti Ambiente
125 Zone speciali di conservazione Siti di importanza comunitaria designati dagli Stati membri mediante un atto regolamentare, amministrativo e/o contrattuale ai sensi della Direttiva Habitat 92/43/CE, in cui sono applicate le misure di conservazione necessarie al mantenimento o al ripristino, in uno stato di conservazione soddisfacente, degli habitat naturali e/o delle popolazioni delle specie per cui il sito è designato. Siti protetti Ambiente
127 Siti UNESCO Espressioni di identità culturale collettiva contemplate dalle Convenzioni UNESCO per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale e per la protezione e la promozione delle diversità culturali (cfr. D. Lgs. 22 gennaio 2004 n. 42, art. 7-bis, comma 1). Siti protetti Zone sottoposte a gestione/limitazioni/regolamentazione e unità con obbligo di comunicare dati Ambiente Pianificazione/Catasto

A.6 Dati di interesse generale afferenti al cluster tematico INSPIRE “Copertura del suolo e Utilizzo del Territorio”

ID Dati di interesse generale Tema INSPIRE Categoria ISO
Etichetta Definizione
17 Carta dell’utilizzazione del suolo Carta con la classificazione del territorio in base alla dimensione funzionale o alla destinazione socioeconomica presenti e programmate per il futuro (ad esempio ad uso residenziale, industriale, commerciale, agricolo, silvicolo, ricreativo). Utilizzo del territorio Pianificazione/Catasto
24 Carta di copertura ed uso del suolo Rappresentazione delle differenti tipologie di copertura e uso del suolo. Comprende sia cartografie con classificazione mista di copertura ed uso del suolo (es. CORINE Land Cover), che cartografie solo di copertura intesa come copertura biofisica della superficie terrestre comprese le superfici artificiali, le zone agricole, i boschi e le foreste, le aree (semi)naturali, le zone umide, i corpi idrici. Copertura del suolo Cartografia di base per immagini/Copertura terrestre
28 Carte tematiche di copertura vegetale Cartografie di rappresentazione delle differenti tipologie di vegetazione, quali ad esempio: Carta della Vegetazione, Carta Forestale, Carta degli Alberi e simili. Copertura del suolo Cartografia di base per immagini/Copertura terrestre
108 Zonazione urbanistico territoriale Suddivisione dell’area urbana in zone destinate a diversi impieghi e funzioni in base agli strumenti di pianificazione urbanistica e territoriale. Utilizzo del territorio Pianificazione/Catasto

A.7 Dati di interesse generale afferenti al cluster tematico INSPIRE “Scienze della Terra”

ID Dati di interesse generale Tema INSPIRE Categoria ISO
Etichetta Definizione
12 Atlante eolico Archivi dati ed informazioni sulla distribuzione delle risorse eoliche sul territorio utili per individuare le aree dove tali risorse possono essere interessanti per lo sfruttamento energetico. Risorse energetiche Economia
16 Carta dei suoli Carta che rappresenta il documento di sintesi dell'indagine pedologica; è costituita da un insieme di unità cartografiche, ovvero porzioni di territorio omogenee al loro interno per quanto riguarda il tipo o i tipi di suolo prevalenti. Suolo Informazioni geoscientifiche
18 Carta delle esposizioni e delle pendenze Rappresentazione delle varie informazioni relative all’esposizione, alle pendenze e ad altre caratteristiche della forma ed orientamento della superficie. Geologia Informazioni geoscientifiche
19 Modello di Pericolosità sismica disaggregata secondo la Magnitudo e la distanza dei comuni italiani Rappresentazione dei valori medi e modali ottenuti a seguito della disaggregazione della pericolosità con diversi periodi di ritorno. Zone a rischio naturale Informazioni geoscientifiche
20 Carta Geologica Rappresentazione cartografica, attraverso l’utilizzo di simboli e colori convenzionali sulla corrispondente base topografica, delle informazioni inerenti le rocce e i terreni affioranti o sub- affioranti, distinti in unità geologiche in funzione della posizione stratigrafica, dell’età, delle caratteristiche litologiche e granulometriche, e in relazione alla genesi e ai rapporti con le unità adiacenti. La rappresentazione include elementi tettonici e morfologici, nonché depositi di origine antropica. Geologia Informazioni geoscientifiche
23 Modello di Pericolosità sismica di riferimento per il territorio nazionale Rappresentazioni illustranti i valori di parametri descrittivi del moto del suolo da utilizzare in fase di progettazione sulla base delle norme tecniche per le costruzioni. Zone a rischio naturale Informazioni geoscientifiche
25 Modello di Rischio sismico per il territorio nazionale Rappresentazioni illustranti la stima delle perdite annue attese in termini di impatto sulla vita umana e in termini economici. Zone a rischio naturale Informazioni geoscientifiche
26 Modelli di Vulnerabilità sismica dei comuni italiani Rappresentazioni illustranti il numero di abitazioni (e relativa popolazione residente) per classi di vulnerabilità sismica. Zone a rischio naturale Informazioni geoscientifiche
27 Carte Geotematiche Comprende le carte geomorfologiche, lito-tecniche, idrogeologiche, gravimetriche, geologiche e strutturali di sottosuolo, della fagliazione attiva e capace, di instabilità dei versanti, delle microzone omogenee in prospettiva sismica - 1 livello,
  • Geologia
  • Zone a rischio naturale
Informazioni geoscientifiche
32 Cave e miniere Localizzazione e caratteristiche di impianti e siti per l'estrazione mineraria.
  • Geologia
  • Risorse minerarie
  • Economia
  • Informazioni geoscientifiche
34 Classificazione sismica dei comuni italiani Elenco dei comuni con la relativa attribuzione ad una delle 4 zone sismiche soggette all’applicazione di speciali norme per le costruzioni di cui all’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3274 del 20 marzo 2003 e successivi recepimenti regionali. Zone a rischio naturale Informazioni geoscientifiche
56 Impianti di sondaggi ed estrazione di materie prime Localizzazione di strutture e piattaforme per il sondaggio, l’estrazione e/o il trattamento di materie prime (acqua, idrocarburi, gas, …) Geologia Informazioni geoscientifiche
67 Modello Strutturale Rappresentazione cartografica schematica delle unità strutturali a scala regionale e dei principali elementi tettonici. Geologia Informazioni geoscientifiche
68 Monografie carotaggi geologici Archivi di monografie che riportano la stratigrafia dei sondaggi geologici con profondità superiore ai 30m. Geologia Informazioni geoscientifiche
74 Pericolosità e rischio idrogeologico e idraulico Rappresentazione della pericolosità e del rischio idrogeologico con riferimento ai Piani per l’Assetto Idrogeologico - PAI (D.L 180/98 convertito in L. 267/98 e sue modifiche ed integrazioni) e ai Piani di gestione del rischio di alluvioni - PGRA (D.lgs 49/2010 di recepimento della Direttiva Alluvioni 2007/60/CE) e rappresentazione delle aree soggette ad allagamento a seguito di ipotetico collasso delle dighe e manovre volontarie degli scarichi con riferimento alle prescrizioni di protezione civile delle circolari LL.PP. 1125/86, LL.PP. 352/87 e DSTN/2/22806/95”. Zone a rischio naturale Informazioni geoscientifiche
79 Rete sismica nazionale Stazioni e reti dove si misura e si registra l’attività sismica in corso (spostamenti del suolo). Zone a rischio naturale Informazioni geoscientifiche
85 Rischio incendio Delimitazione di aree a rischio di incendio sulla base delle statistiche pregresse e delle caratteristiche territoriali correlate alla vulnerabilità connessa alla presenza antropica (persone e beni) sul territorio. Zone a rischio naturale Informazioni geoscientifiche
104 Valanghe Rappresentazione su base topografica delle aree di massima estensione dei fenomeni valanghivi (rapidi movimenti a valle di neve e ghiaccio nelle zone montuose e ripide) verificatisi nel tempo in un dato territorio.
  • Geologia
  • Zone a rischio naturale
Informazioni geoscientifiche
109 Zone di allertamento per il rischio idrogeologico e idraulico Ambiti territoriali in cui sono suddivisi i bacini idrografici caratterizzati da risposta meteorologica, idrologica e nivologica omogenea in occasione dell'insorgenza del rischio. Zone a rischio naturale Informazioni geoscientifiche
112 Dati dell’Osservatorio Sismico delle Strutture (OSS) Accelerogrammi registrati dai sistemi OSS e risultati delle relative elaborazioni, compreso un parametro di danno stimato per la
  • Struttura
  • . L’OSS monitora in Italia in tempo reale la risposta sismica di strutture pubbliche (scuole, municipi, ospedali, ponti etc.) con sistemi di monitoraggio basati su accelerometri installati sia a terra che nell'elevazione della
  • Struttura
  • , per valutare il danneggiamento a fine di protezione civile.
    Zone a rischio naturale Informazioni geoscientifiche
    115 Eventi alluvionali Informazioni sugli eventi alluvionali del passato (past floods) raccolti nel catalogo FloodCat ai sensi degli articoli 4.2(b) e 4.2(c) della Direttiva Alluvioni 2007/60/CE attuata in Italia con il D.Lgs. 49/2010. Zone a rischio naturale Informazioni geoscientifiche
    116 Frane Inventari/cartografie dei fenomeni franosi verificatisi nel tempo in un dato territorio (IFFI) Geologia Informazioni geoscientifiche
    118 Microzonazione sismica Mappe comunali delle zone caratterizzate da comportamento sismico omogeneo. La microzonazione sismica ha lo scopo di riconoscere, ad una scala sufficientemente piccola (scala comunale o sub comunale), le condizioni geologiche, geomorfologiche e geotecniche locali dell'immediato sottosuolo, che possono alterare più o meno sensibilmente le caratteristiche del movimento sismico atteso generando amplificazioni del moto sismico e/o deformazioni permanenti. I risultati di uno studio di microzonazione sismica si applicano nella pianificazione territoriale e nella pianificazione di protezione civile, nella ricostruzione post-sisma e nel supporto alla progettazione antisismica. Zone a rischio naturale Informazioni geoscientifiche
    119 Modello di Pericolosità da maremoti generati da terremoti Rappresentazioni illustranti valori di massima altezza di inondazione delle coste italiane in base al DCDPC 1.10.2018: “INDICAZIONI PER L’AGGIORNAMENTO DELLE PIANIFICAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE PER IL RISCHIO MAREMOTO”, emanato ai sensi della Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 17 febbraio 2017, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 128 del 5 giugno 2017 recante “Istituzione del Sistema d’Allertamento nazionale per i maremoti generati da sisma- SiAM” e del Decreto Legislativo 2 gennaio 2018, n.1del 2018 “Codice della protezione civile”. Zone a rischio naturale Informazioni geoscientifiche
    120 Rappresentazione della Condizione Limite per l’Emergenza (CLE) Elementi strutturali che garantiscono le funzioni strategiche per l’emergenza a scala comunale. Si definisce come Condizione Limite per l’Emergenza dell’insediamento urbano quella condizione al cui superamento, a seguito del manifestarsi dell’evento sismico, pur in concomitanza con il verificarsi di danni fisici e funzionali tali da condurre all’interruzione della quasi totalità delle funzioni urbane presenti, compresa la residenza, l’insediamento urbano conserva comunque, nel suo complesso, l’operatività della maggior parte delle funzioni strategiche per l’emergenza, la loro accessibilità e connessione con il contesto territoriale. Zone a rischio naturale Informazioni geoscientifiche
    122 Zone di allertamento per il rischio maremoto Fasce costiere potenzialmente inondabili da onde di maremoto generate da terremoti, corrispondenti ai livelli di allerta definiti nella Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 17 febbraio 2017 recante “Istituzione del Sistema d’Allertamento nazionale per i Maremoti generati da sisma- SiAM” e a relative azioni operative definite nelle pianificazioni di protezione civile. Zone a rischio naturale Informazioni geoscientifiche
    126 Aggregati strutturali Un aggregato strutturale può essere costituito da un edificio singolo o da più edifici accorpati, con caratteristiche costruttive generalmente diverse. La presenza di un giunto sismico sismicamente efficace darà luogo all’individuazione di due aggregati strutturali ben distinti. Qualora non sia possibile identificare a priori la presenza o la localizzazione di un giunto sismico, è opportuno considerare all’inizio l’intero isolato come un unico aggregato, salvo procedere ad eventuali modifiche in sede di sopralluogo. Zone a rischio naturale Informazioni geoscientifiche

    A.8 Dati di interesse generale afferenti al cluster tematico INSPIRE “Statistica”

    ID Dati di interesse generale Tema INSPIRE Categoria ISO
    Etichetta Definizione
    4 Altre unità statistiche Altre tipologie di unità, diverse dalle Sezioni di Censimento e dalle Località, in riferimento alle quali vengono condotte analisi statistiche. Unità statistiche Confini
    39 Dati aggregati della popolazione su unità amministrative e/o statistiche Archivi di dati e studi di tipo statistico e demografico effettuati in riferimento a porzioni di territorio fino alla unità minima prevista dalla normativa vigente. Distribuzione della popolazione - demografia Società
    64 Località abitata Area più o meno vasta di territorio, conosciuta di norma con un nome proprio, sulla quale sono situate una o più case raggruppate o sparse. Unità statistiche Confini
    65 Località produttiva Area in ambito extraurbano non compresa nei centri o nuclei abitati nella quale siano presenti, generalmente, unità locali in numero superiore a 10, o il cui numero totale di addetti sia superiore a 200, contigue o vicine con interposte strade, piazze e simili, o comunque brevi soluzioni di continuità non superiori a 200 metri. Unità statistiche Confini
    90 Sezioni di censimento Porzione di territorio comunale che identifica l’unità territoriale minima per la raccolta dei dati censuari. Unità statistiche Confini

    A.9 Dati di interesse generale afferenti al cluster tematico INSPIRE “Impianti e Servizi di pubblica utilità”

    ID Dati di interesse generale Tema INSPIRE Categoria ISO
    Etichetta Definizione
    11 Aree Vinicole Localizzazione e caratteristiche delle aree di produzione vitivinicola, comprese quelle che rispettano specifici disciplinari. Impianti agricoli e di acquacoltura Agricoltura
    13 Aziende agricole Localizzazione dei possedimenti e relative caratteristiche, in cui soggetti pubblici e privati esercitano attività agricole, agroalimentari, forestali e zootecniche destinate alla commercializzazione. Impianti agricoli e di acquacoltura Agricoltura
    47 Farmacie Localizzazione delle strutture dove si vendono farmaci. Servizi di pubblica utilità e servizi amministrativi Servizi di pubblica utilità/Comunicazione
    54 Impianti a rischio di incidente rilevante Localizzazione degli impianti industriali suscettibili di incidenti rilevanti, la cui probabilità può essere bassa, ma il cui verificarsi comporterebbe effetti disastrosi. Produzione e impianti industriali Struttura
    55 Impianti di pesca, maricoltura Localizzazione e caratteristiche relative a impianti dedicati alle attività della pesca, dell’acquacoltura e simili in ambiente marino, di transizione e terrestre. Impianti agricoli e di acquacoltura Agricoltura
    82 Reti tecnologiche marine Localizzazione dei manufatti sottomarini per la distribuzione e l’approvvigionamento di energia, gas e per le telecomunicazioni. Servizi di pubblica utilità e servizi amministrativi Servizi di pubblica utilità/Comunicazione
    83 Reti e infrastrutture tecnologiche terrestri Localizzazione dei manufatti per la distribuzione e l’approvvigionamento di energia, gas, acqua e telecomunicazioni, nonché per il trattamento, la raccolta, lo sbarramento e lo smaltimento delle acque. Servizi di pubblica utilità e servizi amministrativi Servizi di pubblica utilità/Comunicazione
    88 Scuole Localizzazione delle istituzioni finalizzate all'istruzione e all'educazione. Servizi di pubblica utilità e servizi amministrativi Servizi di pubblica utilità/Comunicazione
    89 Sedi istituzionali Localizzazione delle sedi delle Amministrazioni Pubbliche. Servizi di pubblica utilità e servizi amministrativi Servizi di pubblica utilità/Comunicazione
    94 Siti protezione civile Localizzazione delle strutture per la direzione, il coordinamento e l’espletamento dei servizi di soccorso e di assistenza alla popolazione in caso di emergenze. Servizi di pubblica utilità e servizi amministrativi Servizi di pubblica utilità/Comunicazione
    101 Strutture e distretti sanitari Localizzazione delle strutture che provvedono ad organizzare l'assistenza sanitaria nel proprio ambito territoriale, assicurando l'erogazione di servizi specialistici e prestazioni sanitarie. Servizi di pubblica utilità e servizi amministrativi Servizi di pubblica utilità/Comunicazione
    102 Strutture ospedaliere Localizzazione delle strutture attrezzate per il ricovero e la cura degli ammalati e dei feriti. Servizi di pubblica utilità e servizi amministrativi Servizi di pubblica utilità/Comunicazione

    A.10 Dati di interesse generale afferenti al cluster tematico INSPIRE “Monitoraggio e Osservazioni ambientali”

    ID Dati di interesse generale Tema INSPIRE Categoria ISO
    Etichetta Definizione
    78 Rete Accelerometrica Nazionale (RAN) e relativi dati Stazioni, reti e misurazioni (accelerogrammi e parametro di danno) delle accelerazioni del suolo dei terremoti di media ed elevata intensità per descrivere in dettaglio lo scuotimento sismico in area epicentrale, a fini di protezione civile, scientifici e per la progettazione della ricostruzione. Impianti di monitoraggio ambientale Struttura

    A.11 Etichette e definizioni di dati di interesse generale non più valide

    ID Dati di interesse generale
    Etichetta Definizione
    1 Acque sotterranee Tutte le acque che si trovano sotto la superficie del suolo nella zona di saturazione permanente e a contatto diretto con il suolo o il sottosuolo (Direttiva 2000/60/CE).
    31 Cartografie storiche militari Riproduzione in formato digitale di carte e stampe militari antiche.
    40 Dati del monitoraggio ambientale Archivi di osservazioni e misure relativi al monitoraggio ambientale.
    42 DB grid Griglia regolare di fondali con passo definito e costante dipendente dalla scala del rilievo
    43 Depuratori e collettori Localizzazione di impianti e infrastrutture atti alla raccolta e/o alla depurazione delle acque.
    49 Frame campionamento griglie Frame per selezione di campioni di punti da sottoporre ad indagine campionaria o per la produzione di informazioni statistiche territoriali.
    71 Parametri di identificazione sismica di norma (ag, F0,Tc) Nuove norme tecniche per le costruzioni decreto 14.01.2008.
    75 Piattaforme Localizzazione delle strutture marine atte alla estrazione e/o al trattamento di materie prime (idrocarburi, gas, ecc.).
    87 Risorse idriche per agricoltura Localizzazione e caratteristiche degli impianti per l’irrigazione.
    92 Siti archeologici e/o paleontologici Siti caratterizzati dalla presenza di resti di natura fossile o di manufatti o strutture preistorici o di età antica (cfr D. Lgs 22 gennaio 2004, n. 42).
    97 Stazioni di rilevamento idrometeorologiche Localizzazione e archivi di misure relative ad atmosfera, climatologia e meteorologia.
    105 Vincoli paesaggistico, archeologico ed architettonico Rappresentazione delle aree sottoposte a vincolo con riferimento al D. Lgs. 42/2004 e successive modifiche e integrazioni.
    106 Immobili ed aree di notevole interesse pubblico Rappresentazione degli immobili e delle aree di cui all’art. 136 del D. Lgs 42/2004 e s.m.i.

    B. Riferimenti

    B.1 Riferimenti normativi

    [CAD]
    DECRETO LEGISLATIVO 7 marzo 2005, n. 82 - Codice dell'amministrazione digitale. GU Serie Generale n.112 - Suppl. Ordinario n. 93. 16 Maggio 2005. URL: https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2005/05/16/005G0104/sg
    [D-LGS-32-2010]
    DECRETO LEGISLATIVO 27 gennaio 2010, n. 32 - Attuazione della direttiva 2007/2/CE, che istituisce un'infrastruttura per l'informazione territoriale nella Comunita' europea (INSPIRE). GU Serie Generale n.56 - Suppl. Ordinario n. 47. 9 Marzo 2010. URL: https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2010/03/09/010G0043/sg
    [INSPIRE-DIR]
    Direttiva 2007/2/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 14 marzo 2007, che istituisce un'Infrastruttura per l'informazione territoriale nella Comunità europea (INSPIRE). OJ L 108. 25 Aprile 2007. URL: http://data.europa.eu/eli/dir/2007/2/oj
    [INSPIRE-MD-REG]
    Regolamento (CE) n. 1205/2008 della Commissione del 3 dicembre 2008 recante attuazione della direttiva 2007/2/CE del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda i [=metadati=]. European Commission Joint Research Centre. March, 2 2017. URL: http://data.europa.eu/eli/reg/2008/1205
    [INSPIRE-MR-DEC]
    Decisione di esecuzione (UE) 2019/1372 della Commissione del 19 agosto 2019 recante attuazione della direttiva 2007/2/CE del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda il monitoraggio e la comunicazione. OJ L 220. 23 Agosto 2019. URL: https://data.europa.eu/eli/dec/2019/1372/oj
    [INSPIRE-NS-REG]
    Regolamento (CE) n. 976/2009 del 19 ottobre 2009 recante attuazione della direttiva 2007/2/CE del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda i servizi di rete. OJ L 274. 20 Ottobre 2009. URL: https://eur-lex.europa.eu/eli/reg/2009/976
    [INSPIRE-SDSS-REG]
    Regolamento (UE) n . 1089/2010 della Commissione del 23 novembre 2010 recante attuazione della direttiva 2007/2/CE del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda l'interoperabilità dei set di dati territoriali e dei servizi di dati territoriali. OJ L 323. 8 Dicembre 2010. URL: http://data.europa.eu/eli/reg/2010/1089
    [LG-IPAGPS]
    Linee Guida dell’Indice dei domicili digitali delle pubbliche amministrazioni e dei gestori di pubblici servizi (IPA). Determinazione Agenzia per l'Italia Digitale n. 97/2019. 4 Aprile 2019. URL: https://trasparenza.agid.gov.it/archivio28_provvedimenti-amministrativi_0_121952_725_1.html

    B.2 Riferimenti tecnici

    [CSW2-ISO-AP]
    OpenGIS Catalogue Services Specification 2.0.2 – ISO Metadata Application Profile. OGC. 2007. URL: https://www.ogc.org/standards/cat
    [INSPIRE-MD]
    Technical Guidance for the implementation of INSPIRE dataset and service metadata based on ISO/TS 19139:2007. OJ L 326. 4 Dicembre 2008. URL: https://inspire.ec.europa.eu/id/document/tg/metadata-iso19139
    [INSPIRE-SDS]
    Technical Guidance for INSPIRE Spatial Data Services and services allowing spatial data services to be invoked. INSPIRE MIG. 2016. URL: https://inspire.ec.europa.eu/id/document/tg/sds
    [ISO-19115]
    Geographic information -- Metadata. ISO/TC 211. ISO. 2003. International Standard. URL: https://www.iso.org/standard/26020.html
    [ISO-19139]
    Geographic information -- Metadata -- XML schema implementation. ISO/TC 211. 2007. URL: https://www.iso.org/standard/32557.html